Con Change The World 150 borse di studio per parlare all’OnuC’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alle selezioni

Fonte: La Stampa

Studenti italiani col sogno di fare i diplomatici. È «Change The World», iniziativa della Ong “Diplomatici”: un laboratorio formativo per studenti universitari e delle scuole superiori che si confrontano sui principali temi di rilevanza internazionale, simulando i lavori dell’Assemblea dell’Onu.

Quest’anno la Ong promuove 150 borse di studio per la partecipazione gratuita al laboratorio, che si terrà a marzo 2017 nella sede Onu a New York, da assegnare ai ragazzi più meritevoli, selezionati attraverso colloqui sul web con professori e personalità della diplomazia internazionale. La richiesta di borsa di studio deve essere presentata entro il 20 novembre.

Il tema principale del laboratorio 2017 sarà «Africa in motion: migrations, economic growth and conflicts». Il laboratorio riproduce in ogni aspetto il funzionamento delle Nazioni Unite: i ragazzi discutono in inglese le risoluzioni sui temi più attuali della geopolitica, che vengono prima elaborate in commissioni ristrette e poi votate in Assemblea Generale, proprio come fanno i veri delegati dei 191 Paesi membri dell’ONU. Gli studenti sono chiamati a rappresentare un Paese interpretando un ruolo loro assegnato (ambasciatore all’Onu, ministro o alto funzionario, responsabili delle principali Ong, parlamentari) applicando quanto appreso nei corsi di formazione che precedono il viaggio.

Change the World - ricorda una nota - è il più importante forum mondiale di studenti presso il Palazzo di Vetro, con circa 2000 studenti provenienti da oltre 90 paesi e ospiti di primissimo piano della politica e della diplomazia mondiale. Lo scopo è innanzitutto quello di comprendere il significato del rispetto, della tolleranza e della convivenza fra cittadini del mondo di diversa cultura, fede o appartenenza etnica, oltre a preparare le giovani generazioni a leggere il contesto internazionale contemporaneo, a comprenderne le dinamiche e a diventarne i futuri protagonisti.