Parlamento Europeo cerca laureati madrelingua italiani: stipendio da 5.600 euro al meseOpportunità di lavoro a tempo indeterminato a Bruxelles, egli uffici del Parlamento europeo, per laureati italiani

Fonte: Corriereuniv.it

Il Parlamento europeo ed il Consiglio dell’Unione europea ricercano giuristi linguisti madrelingua in: Italiano, Greco, Spagnolo, Lituano, Maltese o Svedese, per reclutarli nello staff permanente: stipendio da oltre 5.000 euro al mese.

La selezione è aperta a laureati in materie giuridiche che abbiano la cittadinanza in uno dei Paesi europei, siano madrelingua Italiani, Greci, Spagnoli, Lituani, Maltesi o Svedesi (C2); abbiano consolidata conoscenza di Inglese, Francese o Tedesco (C1) e consolidata conoscenza di Inglese, Francese, Tedesco, Italiano, Polacco o spagnolo (C1). La terza lingua deve essere differente dalla prima e dalla seconda lingua. Una competenza linguistica deve riguardare necessariamente l’Inglese.

La sede del lavoro è a Bruxelles, il contratto proposto sarà a tempo indeterminato con uno stipendio mensile pari a 5.612,65 per 40 ore di lavoro settimanali.

Le mansioni da svolgere riguardano: revisionare testi legali e legislativi della propria lingua madre e svolgere attività di consulenza nella stesura di testi legislativi.

Le iscrizioni a questa offerta saranno aperte dall’8 ottobre 2015 fino al 10 novembre 2015. Maggiori informazioni e il link diretto all’Application form le potete trovare sul sito EPSO, alla pagina dedicata alle assunzioni del Parlamento Europeo.