Il maggio dei libri, ora un concorso nazionale li promuoveNell’ambito della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, prende il via la nuova campagna nazionale di promozione della lettura, “Il maggio dei libri”, lanciata dal Centro per il libro e la lettura

Fonte: Corriere dell'Università Job
di Martina Gaudino

Sul territorio nazionale, dalle grandi città ai piccoli centri, regioni, province, comuni, scuole, biblioteche, associazioni culturali, case editrici, librerie, circoli di lettori, ecc, promuovono iniziative che si svolgono anche in tanti contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare persone che non leggono abitualmente, ma che possono essere incuriosite, se stimolate nel modo giusto.

Proprio per incentivare il coinvolgimento dei giovani, l’Associazione Italiana Editori in collaborazione con il Centro e con il patrocinio della CRUI promuove il concorso “L’università senza libri è come…”. Si tratta di un’iniziativa gioco rivolta a studenti universitari dei vari livelli attraverso cui stimolare una riflessione sul ruolo del libro nell’università e nella crescita culturale e personale dei giovani nel periodo universitario. “L’università senza libri è come…” mette in palio 10 buoni per acquisto di libri, dal valore di mille euro ciascuno, saranno personali e spendibili nelle librerie aderenti.

Per partecipare al concorso gli studenti dovranno iscriversi indicando i propri dati anagrafici e dovranno perfezionare due distinte sezioni: completare la frase “L’università senza libri è come …” in italiano o latino (anche maccheronico) o altra lingua esprimendo un parere personale; indicare il libro didattico più apprezzato durante il corso di studi scrivendo un brevissima recensione con le motivazioni della scelta.

I dieci buoni libro saranno assegnati egualmente: cinque agli autori delle migliori frasi sull’università senza libri, gli altri cinque agli autori delle migliori recensioni. Almeno un vincitore dovrà essere uno studente straniero iscritto all’università italiana.

Il Culmine della campagna sarà la giornata dedicata alla Festa del libro del 23 maggio, pubblicizzata attraverso lo slogan “Se mi vuoi bene regalami un libro”. Regalare un libro può essere il mezzo migliore per raccontare di sé e, nello stesso tempo, per trasmettere a chi lo riceve la nostra attenzione nei suoi confronti.

C’è tempo fino al 23 maggio per inviare la propria considerazione e recensione, basta collegarsi al sito www.cepell.it/universitasenzalibri.

Per tutte le informazioni www.cepell.it.