Università: solo 36 professori hanno meno di 40 anniIn Italia si contano soltanto due professori ordinari con meno di 35 anni, mentre sono in tutto 34 quelli tra i 36 e i 40 anni. In pratica sono solo 36 i prof under40 su un totale di 12878 docenti di prima fascia

Fonte: Tecnicadellascuola.it
di Pasquale Almirante

Tra gli associati invece gli under 40 sono 1488 su un totale di 20.043 docenti di seconda fascia, mentre tra i ricercatori a tempo indeterminato gli under40 sono 3.032 su un totale di 17.433 studiosi.

Lo dicono i dati appena elaborati dalla Fondazione Crui e da Here (Higher education research) e ripresi dal Sole 24 Ore che li pubblica.

La colpa di tanto sfacelo? I tagli che hanno tolto dal 2009 in poi quasi un miliardo al Fondo di finanziamento ordinario delle università, considerato che fra il 2008 e il 2015 tutto il personale scientifico (tra ordinari, associati e ricercatori)delle università è calato di 12.000 unità, a causa in particolare delle restrizioni del turnover.

L’effetto più devastante riguarda però l’accesso alla cattedra per i più giovani. Secondo i numeri elaborati sui dati Miur e Cineca tutto il personale dell’università - tra prof e ricercatori - sotto i 40 anni è diminuito del 63,4% (passando dai 62.768 del 2008 ai 50.354 del 2015). Per gli ordinari il calo è stato addirittura dell’84% (da 18.929 a 12.878). Meno 71% infine per i ricercatori (da 25.583 a 17.433). Perfino i professori associati - complessivamente aumentati del 10% circa grazie al Piano nazionale - al di sotto dei 40 anni sono comunque diminuiti quasi dell’8 per cento (complessivamente sono cresciuti da 18.256 a 20.043) .

Da dove partire per dare ancora una speranza a questa “generazione perduta”? Occorre semplificare e ridurre i tempi d'ingresso su standard internazionali, dopo il dottorato entro 3 anni occorre sapere se si è dentro o si è fuori.