logo_eyci2009La Commissione europea apre oggi la campagna di comunicazione per il 2009 Anno europeo della creatività e dell’innovazione, con lo slogan “immaginare - creare - innovare”

Fonte: Diariodelweb.it

L’anno europeo per l’innovazione e la creatività (European Year of Innovation and Creativity - EYCI) mira ad accrescere la consapevolezza dell’importanza della creatività e dell’innovazione in quanto competenze chiave per lo sviluppo personale, sociale ed economico. Sottolineando la creatività e l’innovazione, l’UE mira a dar forma al futuro dell’Europa in un contesto di concorrenza globale stimolando in tutti noi il potenziale creativo e innovativo. L’UE offrirà una struttura in grado di sensibilizzare a questo tipo di questioni e a promuovere un dibattito politico sul modo di aumentare il potenziale creativo e innovativo dell’Europa. Come nei precedenti anni europei, saranno varate campagne di promozione, eventi e iniziative a livello europeo, nazionale, regionale e locale.

«La creatività e la capacità di innovare sono qualità umane fondamentali» – ha detto, alla vigilia del lancio della campagna, il commissario Ján Figel’ – «Esse albergano in ognuno di noi e ad esse ricorriamo in numerose situazioni ed occasioni, consapevolmente e non. Con questo anno europeo, vorrei far sì che i cittadini europei comprendano che promuovendo i talenti umani e la capacità umana di innovare, si può dar vita a un’Europa migliore e aiutarla a sviluppare tutto il suo potenziale sia economico che sociale.»

Al commissario europeo all’istruzione, la cultura, la formazione e la gioventù, Ján Figel’ si uniranno, nel lancio della campagna di comunicazione per il 2009 Anno europeo, Mikel Irujo Amezaga – membro del Parlamento Europeo, e i tre ambasciatori dell’anno: il professor Edward de Bono - esponente di primo piano nel campo del pensiero creativo e innovativo, il professor Karlheinz Brandenburg - professore di tecnologia dei media e direttore dell’istituto «Fraunhofer» per la tecnologia dei mezzi d’informazione digitali (IDMT) e Jordi Savall – celebre concertista, docente e ricercatore musicale.

Alla conferenza stampa, che si terrà alle 12.30 presso il Berlaymont, parteciperanno i membri della Vienna Vegetable Orchestra, che presenteranno la loro ingegnosità preparando gli strumenti con cui terranno un concerto più tardi la sera stessa. Come un esempio di creatività, l’orchestra suonerà strumenti fatti esclusivamente di verdure. Il concerto inaugurale sarà inoltre l’evento che caratterizzerà il passaggio ufficiale dall’anno europeo del dialogo interculturale 2008 a quello successivo del 2009. Tutti i giornalisti accreditati sono cordialmente invitati a partecipare al concerto, che sarà seguito da un ricevimento.

L’EYCI è un’iniziativa orizzontale che si riallaccia e coinvolge vari aspetti: oltre a quelli riguardanti l’istruzione e la cultura, esso comprende le politiche d’impresa, quelle regionali e della ricerca.

L’inaugurazione ufficiale avrà luogo a Praga il 7 gennaio alla presenza del presidente della Commissione, Jose Manuel Barroso, e del primo ministro ceco Mirek Topolánek. Saranno rappresentati tutti gli Stati membri, tra l’altro dai coordinatori nazionali appositamente nominati.

Il lancio della campagna mediatica sull’Anno comprende anche l’inaugurazione del sito web http://www.create2009.europa.eu dedicato all’Anno, nel quale saranno reperibili notizie, eventi e attività - aggiornate regolarmente durante tutto l’anno - messaggi di politica/pubblicità, relazioni sui risultati delle attività e pagine separate per ciascuno dei partner dell’Anno. Una sezione speciale sarà dedicata alle attività svolte negli Stati membri.

È stato chiesto a numerose personalità eminenti nel campo della creatività e dell’innovazione di diventare ambasciatori dell’Anno. Tra di esse, hanno accettato una ventina di persone tra cui spiccano Esko Tapani Aho – ex primo ministro finlandese, celebre uomo d’affari e autore di una relazione dell’UE sull’innovazione; il professor Bengt-Åke Lundvall, eminente ricercatore europeo in tema di innovazione; Sir Ken Robinson, autorità mondiale nel campo della creatività e dell’educazione; Jean-philippe Courtois, presidente di Microsoft International; il professor Ernö Rubik, docente e inventore del famoso cubo che da lui prende il nome; e Radu Mihăileanu, regista e sceneggiatore francese di origine rumena. Gli ambasciatori pubblicizzeranno l’Anno nei rispettivi paesi e in tutto il mondo e parteciperanno, per quanto possibile, agli eventi più visibili.

Durante l’Anno, saranno Inoltre organizzati a Bruxelles sei dibattiti pubblici su aspetti fondamentali riguardanti la creatività e l’innovazione al fine di fornire una base di riflessione e di scambio d’idee che possano contribuire al dibattito politico sulla creatività e l’innovazione. Tali riguarderanno questioni come la diversità culturale, l’ambito pubblico, l’istruzione, la società della conoscenza, lo sviluppo sostenibile o le arti e le industrie creative.

Si noti che il concerto della Vienna vegetable Orchestra inizia allo ore 19.30 del 5 dicembre, al teatro Molière. I media aventi sede a Bruxelles sono cordialmente invitati a partecipare, presentando la carta di riconoscimento di addetti stampa, e nei limiti dei posti disponibili.

Per ulteriori informazioni: http://www.create2009.europa.eu