Esami universitari? Niente panico! Ecco 4 trucchi per superarliStress, tensione, drammi. Quando si deve preparare un esame universitario sembra sempre che la mole di lavoro sia enorme e le pagine dei libri interminabili

Fonte: adnkronos

Per aiutare gli studenti che si trovano nel panico, Skuola.net ha svelato quattro trucchi per studiare in modo efficace e arrivare preparati al giorno dell'esame.

1) LA MATERIA È DISCORSIVA? BASTA RIASSUNTI. A seconda della materia va adattato il metodo di studio. Se, ad esempio, dovete preparate un esame di tipo 'discorsivo', ossia povero di nozioni ma ricco di concetti, è bene fissare le nozioni chiave e organizzare un discorso scorrevole, prestando attenzione all'espressione. Meglio evitare i riassunti scritti in questo caso, perché sarebbero una perdita di tempo

2) NOZIONI, NIENTE PAPPAGALLO. Se la materia richiede un apprendimento nozionistico, meglio evitare di ripetere 'a pappagallo' e memorizzare nomi e dati tramite associazione di idee, individuando concetti simili e collegarli. In questo modo, creare una mappa mentale può essere il metodo migliore per questo genere di materie. La mappa mentale, tramite disegni, richiami e simboli aiuta la memorizzazione di nuove nozioni tramite altre che abbiamo già imparato.

3) NO ALLO STUDIO PIATTO. Un consiglio fondamentale è imparare a distinguere tra argomenti principali e quelli di contorno. Spesso, presi dall'ansia, si tende a studiare tutto, senza fare distinzione tra cosa è più rilevante. Il metodo, però, è sbagliato, perché impedisce di focalizzarsi su ciò che è più sostanziale e al tempo stesso fa perdere molto tempo. Meglio individuare gli argomenti che vanno studiati con attenzione e quelli per cui è sufficiente uno studio rapido. Questo impedirà di fare confusione.

4) NÉ LARGO ANTICIPO NÉ ULTIMO MOMENTO. Fondamentale, per superare un esame con il massimo dei voti, è la gestione del tempo da dedicare allo studio. Iniziare a studiare troppo tempo prima non aiuta a memorizzare, con il rischio di ritrovarsi a pochi giorni dall'esame con la sensazione di aver dimenticato tutto quello che si è fatto precedentemente. Anche chiudersi in casa all'ultimo momento, però, è controproducente, perché anche se si supera l'esame, si tenderà a dimenticare subito quello che si è appreso.