ReFlex, guarda il primo smartphone flessibile al mondo: le app si controllano piegando lo schermoUn video caricato dal gruppo di ricerca della Queen's University Human Media Lab mostra infatti un utente che sfoglia le pagine di un fumento o catapultare un uccello di Angry Birds semplicemente piegando il dispositivo

Fonte: Ibtimes.com

Il futuro degli smartphone si prepara ad una ventata di novità grazie alla creazione del primo telefono flessibile al mondo che permette di controllare applicazioni e funzioni flettendolo. Il suo nome è ReFlex, uno smartphone che dispone di uno schermo flessibile ad alta risoluzione, multi-touch e che gli utenti potranno utilizzare per interagire con il sistema operativo attraverso specifiche gesture.

Un video caricato dal gruppo di ricerca della Queen's University Human Media Lab mostra infatti un utente che sfoglia le pagine di un fumento o catapultare un uccello di Angry Birds semplicemente piegando il dispositivo. Se aziende del calibro di LG e Samsung avevano già mostrato in passato diversi prototipi di schermi flessibili, ReFlex è il primo di questi dispositivi che utilizza le curvature per il controllo della parte software.

"Questo rappresenta un modo completamente nuovo di interazione fisica con gli smartphone flessibili", afferma Roel Vertegaal, direttore dell'Human Media Lab. Il dispositivo si basa sulla tecnologia di visualizzazione OLED flessibile sviluppata da LG che permette di srotolare per intero uno schermo, come fatto in passato con il prototipo di uno smartphone o più recentemente al CES di Las Vegas con la sua più recente TV.

Utilizzare ReFlex rappresenta pertanto l'interazione massima e quella più naturale mai offerta ad un utente attraverso un telefono cellulare. Oltre a questo tipo di controllo, ReFlex offre agli utenti anche un feedback tattile fisico quando rileva la forza impressa per piegare il dispositivo grazie a delle strisce di sensori poste sul retro della scocca.

A titolo di esempio Vertegaal ha spiegato: "quando un utente gioca con Angry Birds, lo schermo viene piegato per allungare la fionda. E quando l'elastico si espande, gli utenti avvertono delle vibrazioni che simulano quelli di una vera e propria fionda che parte. E quando questa viene rilasciata, parte una scossa sul telefono nello stesso momento in cui l'uccello vola sullo schermo".

Come con la demo, invece, di un utente che sfoglia rapidamente un fumetto, il feedback tattile permetterà di sentire realmente le pagine che passano attraverso le dita. Integrando questa tecnologia nelle applicazioni assistiamo ad una nuova dimensione di come utilizzare i nostri smartphone.

Secondo il team di ricercatori che lavorano su ReFlex, lo smartphone pieghevole sarà portato sul mercato entro cinque anni. Tuttavia, i consumatori potrebbero non attendere così a lungo grazie ai principali produttori di questo segmento che, come già riferito, stanno lavorando sui cellulari flessibili.