gfailIeri Gmail è stata offline per un paio d'ore, mettendo allo scoperto le nostre dipendenze

Fonte: Tom's Hardware News
di Valerio Porcu

Ieri sera Gmail, il servizio di posta di Google, è stato offline per qualche ora, causando scene di panico e isteria collettiva che hanno portato molti a cercare risposta su Twitter, che a sua volta ha rischiato il collasso.

Passata la paura, e ripreso il controllo dei nervi, è tempo di capire che cosa è accaduto, per quella che, a tutti gli effetti, è la quarta sospensione del servizio dall'inizio dell'anno.

Stando alle spiegazioni di Google, alcuni dei router che gestiscono il traffico sono stati fermati per interventi tecnici. Quelli restanti non hanno retto il traffico, principalmente a causa di alcune recenti modifiche.

"Alle 12.30 circa, alcuni dei router si sono sovraccaricati e hanno bloccato il traffico in entrata. Quest'ultimo è stato deviato sugli altri router, che a loro volta sono andati in sovraccarico". Da qui la reazione a catena, i cui risultati sono ben noti.

Nulla di sorprendente, quindi, se non per chi crede(va) che Google fosse una sorta di gigante di ferro indistruttibile. Più crescono gli utenti, più risorse e attenzione ci vogliono per far funzionare tutto. E ogni tanto, inevitabilmente, gli incidenti capitano.

Basta che non diventi un'abitudine.