Lavoro freelance online: Mylittlejob arriva in Italia!Gli universitari da oggi possono finanziarsi lavorando in remoto a costo zero

Fonte: Blastingnews.com

Il mercato del lavoro in ambito digitale sta attraversando un periodo di grande evoluzione e a supportare questo cambiamento è la necessità di maggiore flessibilità, una costante fondamentale nella scelta del lavoro. Il lavoro online da freelancer è la risposta completa a questo tipo di esigenza: essa infatti si adatta perfettamente alle esigenze di flessibilità oraria e geografica.

Tuttavia sono tante oggi le aziende che operano nel settore e solo una offre un concept totalmente gratuito - senza versioni premium che saltano fuori in un secondo momento - e riservato a soli studenti universitari: Mylittlejob. Serve solo la connessione internet, al resto ci pensa Mylittlejob, una start-up che nasce nel 2012 ad Amburgo ad opera di due studenti brillanti: Daniel Barke e Marlon Litz-Rosenzweig. Il primo si laurea in Economia all’Università di Monaco di Baviera, il secondo in Inghilterra in Scienze Politiche e Sociali. Tuttavia i due sono amici da sempre e su questa intesa si basa il successo dell’azienda.

Qual è la mission?

La mission è semplice: mettere in contatto studenti brillanti del panorama accademico con le aziende che vogliono affidabilità, puntualità ed efficienza e nessuna perdita di tempo di reclutamento e selezione del personale. Per gli studenti quella di Mylittlejob è un’opportunità di guadagnare dei soldi, senza che questo influisca negativamente sul percorso di studi, in quanto il principio cardine e’ la flessibilità. Ecco perché la piattaforma conta già 70.000 studenti e 2.000 aziende e ha permesso agli studenti di svolgere 60.000 incarichi che hanno soddisfatto e superato nel 99% dei casi le aspettative delle aziende.

Come funziona?

Per lo studente: si registra con il proprio indirizzo email dell'Università, fa un test di valutazione rapido per identificare le aree di competenza, seleziona un incarico, lo svolge e lo consegna. L’azienda accetta il risultato e lo studente riceve il compenso.

Per l’azienda: si registra come committente, inserisce l’incarico e aspetta di ricevere il lavoro svolto per una supervisione. Accetta il lavoro, se di buona qualità, o invece lo respinge in caso contrario.

Così una piccola azienda diventa internazionale: grazie ad un concept vincente Mylittlejob conta oggi 27 collaboratori provenienti da 7 Stati diversi. Infatti, da settembre inizia l'avventura italiana, per gli universitari italiani basta andare sul sito Mylittlejob Italia, registrarsi in modo completamente gratuito e iniziare a guadagnare. Le aziende interessate ad affidare incarichi agli studenti invece possono iscriversi come committenti direttamente sul sito o chiedere maggiori informazioni scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..