Premi internazionali per le startup universitarie italianeSustainable technologies and cooperation in food and agriculture & Unido International Award 2015

Fonte: Rivistauniversitas.it
di Isabella Ceccarini

Cinque progetti di startup, aziende e centri di ricerca sono stati premiati in occasione del Sustainable technologies and cooperation in food and agriculture & Unido International Award 2015 (l'UNIDO è l'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale che si occupa di favorire lo sviluppo industriale sostenibile e la cooperazione internazionale tra le imprese nei paesi in via di sviluppo e in quelli con economie in transizione, ndr).

Tre dei cinque progetti premiati sono frutto della ricerca svolta nelle università italiane:
- Jellyfish Barge
(serra modulare galleggiante per le aree costiere) di Pnat dell'Università di Firenze;
- Buslin
(innovazione gestionale per la catena alimentare) ideata da André Ndereyimana dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano;
- Valorizzazione dei frutti del fico d'India
(processo di lavorazione innovativo per una produzione ecosostenibile e di qualità) di Rosa Palmeri, Università di Catania.

La startup tecnologica CoeLux fondata dal prof. Paolo Di Trapani dell'Università dell'Insubria è stata invece premiata come Technology Pioneer 2015 del World Economic Forum, che seleziona le aziende più innovative a livello mondiale. CoeLux srl - l'azienda italiana che produce CoeLux®, la prima tecnologia al mondo in grado di riprodurre in ambienti chiusi i fenomeni ottici della luce naturale - è l'unica società italiana selezionata.