Test Professioni Sanitarie 2015: la direttaDevi affrontare il test professioni sanitarie 2015 e sei alla disperata ricerca di informazioni? Non temere! In questa news troverai tutto ciò che accadrà, in tempo reale, per il test di professioni sanitarie

Fonte: Skuola.net
di Daniel Strippoli

Il test d'ingresso professioni sanitarie 2015 è ormai alle porte, manca appena un giorno. In tutti gli atenei, infatti, si terrà il 4 Settembre alle ore 11.00. Se siete preoccupati e alla ricerca disperata di informazioni sul test d'ammissione professioni sanitarie, questo articolo è ciò che fa al caso vostro. Giorno per giorno, aggiorneremo questa news seguendo tutte le novità riguardanti la prova d'accesso.

IL TEST D' AMMISSIONE - Partiamo, intanto, con il dare qualche informazione generale sul test d'ingresso professioni sanitarie 2015. Cominciamo col dire che i posti disponibili sono circa 1000 in meno rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda più strettamente la prova, invece, va detto che ai fini di utilizzare tutti i posti disponibili per ciascun corso, ogni ateneo deve a definire procedure idonee consentendo ai candidati di esprimere l'ordine di preferenza. Il test d'ingresso professioni sanitarie è composto da 60 quesiti, da risolvere in 100 minuti, ognuno dei quali presenta cinque opzioni di risposta, tra cui il candidato ne deve individuare una soltanto. Gli argomenti della prova sono così ripartiti:

cultura generale: 2 quesiti;
ragionamento logico: 20 quesiti;
biologia: 18 quesiti;
chimica: 12 quesiti;
fisica e matematica: 8.

IL COUNTDOWN - Il conto alla rovescia per il test professioni sanitarie 2015 è iniziato! E noi di Skuola abbiamo dato via al countdown quando mancavano ben 7 giorni alla fatidica data del 4 Settembre. Il motivo? Non certo per mettere ansia a chi dovrà affrontare il test. Ma, anzi, per aiutarlo a stilare un programma giornaliero in modo tale da poter organizzare al meglio lo studio in questi ultimi giorni che lo separano dal test ammissione professioni sanitarie. Ed ecco perchè, ogni giorno del nostro countdown sarà scandito con le materie utili da ripassare.
A -6 giorni all'ora X vi abbiamo proposto un bel ripasso di Biologia in vista delle domande relative a questa materia che trovere nella prova. Ricordate, peraltro, che da quest'anno sono più numerose e, quindi, è d'obbligo un bel ripasso.
A -5 giorni dal test professioni sanitarie 2015, noi di Skuola abbiamo deciso di proporvi un bel ripasso di Chimica, anche questa, materia presente in maniera cospicua all'interno della prova d'ammissione.
A 4 giorni dalla prova vi abbiamo proposto, invece, un ripasso di Matematica e Fisica.
A 3 giorni dalla prova potrebbe essere utile prendersi un pò di relax e dare un'occhiata a matematica.
A -2 giorni dalla prova: è tempo, invece, di ripassare logica.
E domani, cosa vi proremmo? E' una sopresa. Ma se volete continuare a sfruttare al meglio questi ultimi giorni che vi separano dal test professioni sanitarie, rimanete collegati con noi.

LE COSE INDISPENSABILI DA SAPERE - Le regole, è bene che lo sappiate, cambiano da ateneo ad ateneo, ad ogni modo è fondamentale ricordarvi di presentarvi a svolgere il test professioni sanitarie 2015 con un documento d'identità valido. Che sia carta di Identità o Passaporto fa lo stesso. L'importante è sia in corso di validità. A qual che ci risulta, invece, la Patente di guida non è accettata come documento d'identità. Da non dimenticare, è anche la ricevuta dell’avvenuto pagamento del test professioni sanitarie e la copia del modulo di iscrizione. Facoltativo da portare, ma di certo utile, è anche l'orologio. Giusto per avere un' idea del tempo che passa durante la prova. Da dimenticare a casa, invece, sono i libri. Per prima cosa, perchè ovviamente durante il test non possono essere utilizzati. Per seconda cosa, perchè il "ripasso dell' ulitmo minuto" serve solo a far crescere l'ansia.

GRADUATORIE - Le graduatorie per stabilire i candidati del test professioni sanitarie 2015 ammessi possono essere stilate: per preferenza o per punteggio. Nel primo caso, la prima scelta tra i corsi di laurea preferiti prevale sul punteggio totale. Ogni università, cioè, sulla base dell'ordine di preferenza indicato dai candidati, compila diverse graduatorie per ogni singolo corso di laurea. Nel caso in cui, invece, le università stilino le graduatorie del test professioni sanitarie 2015 per punteggio, è il punteggio totale a prevalere sul criterio della prima scelta. L' ateneo, cioè, compila una graduatoria generale sulla base del punteggio di ogni candidato. I posti disponibili, quindi, vengono assegnati partendo dal punteggio più alto seguendo l'ordine di preferenza indicato al momento dell'iscrizione.

NUMERO ISCRITTI IN CALO - Pur non essendoci ancora dei dati definitivi sul numero degli iscritti al test di professioni sanitarie 2015, dai dati raccolti da una di ricerca di Skuola pare che quest'anno ci sarà un generale calo degli iscritti, così come accaduti negli anni precedenti. Nel 2013, ad esempio, le domande furono 101.865 contro le circa 85.000 del 2014, con una diminuzione, perciò, del 16,5%.

LE POSSIBILITA' DI ENTRARE - Sempre secondo quanto emerge dai dati a nostra disposizione, Fisioterapia e Infermieristica sono le professioni sanitarie più gettonate tra gli studenti. Tuttavia, per molti aspiranti fisioterapisti, la vita non sarà affatto semplice. Fisioterapia, non a caso, è il corso in cui è più difficile entrare. Basti pensare che nel 2014, solo solo 1 su 12 ci è riuscito. Per quanto riguarda Infermieristica, invece, la situazione è un pò meno complicata. Circa 1 su 2 è riuscito a superare il test d'ammissione professioni sanitarie e a conquistarsi così il tanto agognato posto. Ad ogni modo, va anche detto che ci sono dei corsi in cui è molto facile entrare poichè la "concorrenza" è quasi nulla. Due esempi di questo tipo sono Terapia Occupazionale e Assistenza Sanitaria. Dai dati sugli iscritti al test professioni sanitarie 2015 pubblicati dalle università emerge, infatti, che in questi campi spesso le domande superano di poco i posti disponibili o sono addirittura inferiori rispetto al numero di posti messi a disposizione dagli atenei.