Ricorso numero chiuso 2014: la facoltà di Medicina è a rischioSOS Test di Medicina: come gestire le immatricolazioni in sovrannumero? Troppi studenti invadono il numero chiuso

Fonte: Studenti.it
di Valeria Roscioni

TEST MEDICINA 2014: ALLARME AMMESSI IN SOVRANNUMERO. Il Tar ha deciso: il test di Medicina è illegittimo e le immatricolazioni in sovrannumero in tutta Italia saranno duemila. Così, mentre l’Udu e la Rete della Conoscenza festeggiano, gli atenei tremano perché di fatto la sentenza suona quasi come un’abolizione del numero chiuso dato che verranno costretti ad accettare un numero di iscrizioni nettamente superiori a quelle previste nel bando per i test d’ingresso di Medicina del 2014.

Tutto sulla sentenza: Test Medicina 2014 illegittimo: salta il numero chiuso

RICORSO TEST MEDICINA: DA BARI LE PRIME LAMENTELE. Ad accorgersi per prima del rischio è stata proprio l’Università di Bari, la prima a finire nell’occhio del ciclone per via del plico danneggiato, che, come riportato da Repubblica.it, ora deve fronteggiare l’immatricolazione di ben 940 studenti. "Sarà ingestibile con questi numeri – ha commenta il preside della Scuola di Medicina di Bari, Paolo Livrea - mancano aule e docenti […]"Non siamo in grado di attivare e sorreggere un terzo canale: nelle aule entrano solo 150-170 studenti; i docenti sono 340 e in 7 anni ne abbiamo persi 100 mai sostituiti.”

NUMERO CHIUSO ABOLITO: I RISCHI. Si tratta di problematiche oggettive che non riguardano solo Bari, ma il numero chiuso di Medicina tout court dato che l’Udu ha messo in chiaro che ci sono ottime possibilità che gli studenti ammessi in sovrannumero diventino ben quattromila (con i posti disponibili in tutta Italia fissati a circa diecimila in totale). Non a caso in questi giorni si sta parlando della sentenza del Tar come di un’abolizione del numero chiuso che, però, comporterebbe non pochi problemi organizzativi. Il Miur sceglierà di intervenire?