Università, la metà degli studenti è pronta ad andare all'esteroI ragazzi vogliono rimanere in Italia ma sono disposti a partire

Fonte: Studenti.it
di Tommaso Caldarelli

E' quanto emerge dall'ultimo Rapporto Giovani dell'Istituto Toniolo, riportato dall'Huffington Post.

Quasi il 50% dei giovani (48,9%) si dichiara pronto ad andare in un altro paese per migliorare le proprie opportunità di lavoro. Solo meno del 20% non è disposto a trasferirsi.

I più disposti a prendere un aereo per andarsene sono i giovani del nord Italia e, in generale, i ragazzi più delle ragazze: in entrambi i casi oltre la metà di queste due platee si dichiarano disposte a partire. I motivi per partire sarebbero, più che il maggior reddito, il fatto che all'estero ci sarebbero "meccanismi più trasparenti e meritocratici di reclutamento e carriera".

E' UN PECCATO - Università, laureati in calo

EUROPA, ECCO COSA NE PENSANO I GIOVANI - I giovani sembrano avere anche un'idea abbastanza chiara dell'Europa: per molti l'attuale stato dell'Unione è problematica e dovrebbe certamente migliorare, ma in generale per tutti l'Europa è vista come un luogo di opportunità: la maggioranza dei giovani apprezzerebbe un rilancio del progetto europeo che porti agli Stati Uniti d'Europa: "La mobilità interna favorita dall'Unione è considerata positivamente dalla maggioranza degli intervistati, soprattutto tra i più giovani", scrive l'Huffington Post. I ragazzi affermano di apprezzare anche la libera circolazione delle merci e della cultura.