In futuro computer più veloci grazie ai diamantiÈ stato dimostrato che possono trasmettere informazioni

Fonte: ANSA

In futuro i computer potrebbero diventare più veloci e potenti grazie ai diamanti. Un esperimento ha dimostrato per la prima volta che è possibile trasmettere le informazioni più rapidamente di quanto accade oggi utilizzando cavi e transistor fatti di diamanti .
Pubblicato dalla rivista Nature Nanotechnology, il risultato è stato ottenuto negli Stati Uniti dal gruppo coordinato da Chris Hammel, della Ohio State University. Non occorre utilizzare gemme preziose: il test si è basato su diamanti artificiali realizzati in laboratorio.

Nell'esperimento gli elettroni non fluiscono attraverso il cavo di diamante, come accade nell'elettronica tradizionale, ma restano sul posto e trasferiscono l'informazione attraverso un effetto magnetico chiamato spin, paragonabile alla rotazione di una particella attorno al proprio asse.
Questa proprietà fa ondeggiare gli elettroni come accade a una fila di spettatori che fa 'l'onda', trasferendo in questo mondo l'informazione da un elettrone all'altro. Lo spin è alla base della spintronica, la disciplina che strutta lo spin dell'elettrone per codificare le informazioni e trasportarle.
Dal momento che la direzione dello spin dell'elettrone può avere solo due configurazioni possibili, lo spin si presta benissimo all'implementazione del codice binario per codificare i dati e poi trasmetterli nei circuiti dei computer, con il vantaggio di rendere le operazioni più veloci rispetto alle tecniche attuali.

Il test è il primo a dimostrare che nella spintronica i diamanti funzionano meglio della maggior parte dei metalli finora utilizzati negli esperimenti. Per le sue proprietà, il diamante è un materiale particolarmente appetibile per l'elettronica in quanto è: resistente, trasparente, impermeabile alla contaminazione ambientale, resistente agli acidi, e non trattiene il calore come fanno i semiconduttori.