Carozza, nelle pari opportunità siamo palesemente indietro'Nessuna donna a vertici Università, Enti ricerca e nella P.A.'

Fonte: ANSA

''Senza falsità, bisogna prendere atto che anche il mondo accademico e della ricerca non fornisce pari opportunità alle donne e occorre quindi capire, senza stereotipi, quali misure adottare''. Lo ha sottolineato il ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca (Miur), Maria Chiara Carrozza, intervenendo al convegno 'Mainstreaming di genere nel management di università ed enti pubblici di ricerca'.

"Non ci sono donne - ha spiegato Carrozza - ai vertici delle università, degli enti di ricerca e in generale nella pubblica amministrazione. Il sistema della ricerca dovrebbe essere una realtà di avanguardia ma è evidente che non riesce ad essere un faro, anzi è addirittura palesemente indietro". Il ministro è intervenuto in apertura del convegno dedicato al cosiddetto mainstreaming di genere, ossia alle scelte politiche per favorire le pari opportunità, e spiegato che "è indispensabile analizzare quali sono stati gli errori politici fatti finora".

"Mentre ai nastri di partenza ci sono un ugual numero di uomini e donne, al traguardo arrivano sempre più uomini che donne. Nel percorso succede qualcosa ed è lì che dobbiamo intervenire. Nessuno ormai si dichiara contrario alle pari opportunità tra generi - ha concluso - eppure, poi, nei fatti, qualcosa non funziona".