Migrata negli Usa per fare ricerca, ritorna in Italia per essere premiataFrancesca Notarangelo, un talento formato all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, e migrato a fare ricerca negli Stati Uniti d’America, tornerà in Italia per ritirare il Premio Paolo Guidetti 2012

Fonte: CorriereUniv.it

A volte ritornano, anche se solo per ritirare un premio e poi ripartire. Il cervello in questione questa volta è Francesca Notarangelo, attualmente ricercatrice presso la Maryland Psychiatry Research Center dell’Università del Maryland School of Medicine a Baltimore negli USA. La ricercatrice, classe 82, si è aggiudicata il premio Paolo Guidetti, per il suo impegno scientifico.

Martedì 18 dicembre a Modena, Francesca oltre al riconoscimento  per il suo lavoro svolto, riceverà un assegno di 1.000,00 euro, in quanto autrice  del miglior lavoro del 2011 nell’ambito della malattia di Huntington o di altre malattie neurodegenerative.

“Sono onorata – ha dichiarato Francesca Notarangelo – di ricevere questo riconoscimento dalla Fondazione Mario Baraldi. Ringrazio la commissione che mi ha premiato ed i mentori che mi hanno seguito in questi anni di formazione e trasmesso la passione per la ricerca scientifica”.