ueSi tratterà di un sistema di classificazione indipendente, multidimensionale e internazionale, realizzato da una rete indipendente composta da strutture di ricerca

Fonte: Votailprof.it

Grandi novità per valutare le università in casa UE: l'Unione Europea ha deciso, infatti, di creare una propria classifica, che faccia da controparte alle numerose classificazioni esistenti delle ''migliori'' università. La necessità nasce dal convincimento che i principali sistemi di ranking globale attuale, in realtà, non soddisfano.

Un esempio viene dall'Institute of Higher Education della Shanghai Jiao Tong University che stila, ogni anno, una classifica delle 500 migliori università del mondo sulla base di alcuni indicatori di qualità, quali il numero di riconoscimenti internazionali ottenuti dallo staff accademico, il numero delle pubblicazioni e delle citazioni, e la performance accademica in relazione alle dimensioni dell'istituzione. Si tratta, quindi, di criteri basati solo sulla ricerca che tendono a premiare, in particolare, le università anglosassoni. Questa classifica, secondo la Commissione Europea, è ben lontana dall'unanimità sulla pertinenza dei criteri di selezione in quanto non valuta i punti di forza delle università e ignora l'importanza delle scienze sociali e della qualità dell'insegnamento.

Da qui, pertanto, la necessità di creare un sistema di classificazione più corretto a livello, non solo europeo, ma mondiale. Si tratterà di un sistema di classificazione indipendente, multidimensionale e internazionale, realizzato da una rete indipendente composta da strutture di ricerca. Lo studio verrà condotto, infatti, dal Consorzio Cherpa- Network, dal Center for Higher Education Policy Studies presso Twente University, in Olanda, e dal Center for Higher Education Development, in Germania. Nella prima fase del progetto che durerà fino alla fine di quest'anno, il consorzio progetterà il nuovo sistema, per poi applicarlo nel 2011 su un campione rappresentativo di almeno 150 istituti. L'obiettivo è quello di fornire, attraverso questa classifica, informazioni globali e più dettagliate sulle varie università e istituti di insegnamento superiore, con molteplici indicatori e varie letture possibili. Un passo avanti significativo che potrebbe aiutare i cittadini europei a orientarsi meglio nelle loro scelte.