Nasce INNOVITALIA, il network dei ricercatori italiani in patria e all’esteroObiettivo primario è quello di essere considerato un ponte digitale, capace di mettere in comunicazione sul web anche il prezioso capitale dei nostri migliori talenti in giro per il mondo

Fonte: Rivistauniversitas.it
di Maria Luisa Marino

INNOVITALIA è il nuovo portale istituito dal Governo italiano (Ministero Affari Esteri e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) per creare una fitta rete di contatti tra scienziati, ricercatori, istituzioni ed imprese, e per agevolare lo scambio interattivo di idee e informazioni sui programmi di ricerca e le opportunità professionali. 

Obiettivo primario è quello di essere considerato un ponte digitale, capace di mettere in comunicazione sul web anche il prezioso capitale dei nostri migliori talenti in giro per il mondo, per attenuare i danni del "brain drain" ed offrire così un contributo concreto alla competitività e alla crescita italiana. Sulla base dei brevetti registrati da nostri connazionali oltre i confini italiani, emerge che negli ultimi 20 anni la fuga abbia generato - oltre ai costi sostenuti dalla collettività per la loro formazione in Patria - una perdita economica di almeno €4 miliardi.

La piattaforma è una sorta di "Facebook della ricerca" e si avvale di una apposita Task Force di scienziati, gli stessi che avevano lanciato l'iniziativa durante il Convegno "Gli scienziati italiani nel mondo e la crescita del Paese".  Il portale sarà alimentato con contenuti istituzionali, banche dati e bandi di ricerca (crowdsourcing) e arricchito con suggerimenti degli utenti, in continuo divenire.

Diviso in quattro sezioni specifiche, Innovitalia offre in particolare:

- lo scambio bidirezionale tra i ricercatori nel mondo e in Patria, offrendo loro reciproche opportunità di conoscenza, per la possibile creazione di start up, nello spirito della politica suggerita dall'OCSE a supporto dei giovani imprenditori;

- l'aggiornamento su tutte le opportunità di ricerca e impresa in Italia e all'estero;

- la partecipazione a gruppi specifici di ricerca;

- la possibilità di conoscere altri ricercatori e innovatori, dentro e fuori i confini nazionali.  

Grazie al contributo di Rai Educational, Innovitalia è disponibile anche in applicazione per iPhone e in magazine mensile per iPad (scaricabili dal sito www.raiscuola.rai.it), contenente video-interviste, interventi e informazioni sulle attività svolte, distintamente per aree tematiche. In uno di queste video-interviste, Mario Raviglione (direttore del programma globale sulla tubercolosi all'OSM di Ginevra) spiega le attività del nuovo portale.