Tam Town, dove domanda e offerta si incontranoL'idea di Simone, studente di ESCP

Fonte: Tesionline.it
di Miriam Carraretto

Avete urgente bisogno di risolvere un problema pratico e non sapete come fare? Da oggi c'è Tam Town. Cos'è? Semplice, una piazza virtuale in cui potete trovare rapidamente la soluzione ai vostri piccoli (o grandi) bisogni giornalieri, in poco tempo. La filosofia di base è semplicissima: fare incontrare domanda e offerta, per esigenze reali, quotidiane e improvvise, a breve termine e geograficamente ben localizzate, per risposte immediate.

Idea apparentemente banale ma ancora non disponibile sul mercato, che nasce dalle mente geniale di Simone Graglia, 24 anni appena, studente del Master in Management di ESCP Torino.

“Una Città al tuo servizio”. E' questo Tam Town. "Un contenitore di attività, dove - spiega Simone - sul lato della domanda gli utenti possono comunicare i loro bisogni e trovare qualcuno che li soddisfi nei tempi richiesti. E sul lato dell'offerta, anche qui aperto a tutti, i professionisti possono ampliare il proprio mercato e trovare clienti nuovi, un modo di monetizzare il proprio tempo".

Il tempo è il fattore che manca, "ma di fronte ad un’esigenza, equamente retribuita, ci sarà sempre qualcuno pronto a mettersi al lavoro per soddisfarla", spiega il fondatore e ad di Tam Town. "Probabilmente c’è qualcuno vicino a te, che ha bisogno di te, ora”. E pensare che è nato tutto da un regalo di compleanno che Simone voleva fare e non sapeva da che parte cominciare. Detto, fatto.

Come funziona? La rapidità e la semplicità di utilizzo sono i fattori alla base di questo progetto. Se hai una necessità che non riesci a risolvere perché ti manca il tempo o le capacità, inserisci un annuncio di cosa cerchi sul sito, il sistema comunicherà la tua richiesta a una serie di offerenti pronti a lavorare per te. Riceverai in breve tempo un preventivo e sarai tu a scegliere a chi affidare quel lavoro, in base al prezzo, alle competenze e ai feedback dell’offerente. Dall’altro lato lavorare non è mai stato cosi facile, l’offerente ha un profilo personale e ogni sua attività viene registrata, in modo da assicurare affidabilità e credibilità al sistema.

Il cammino di Tam Town inizia nell’I3P – l’Incubatore delle Imprese Innovative del Politecnico di Torino – dove, attraverso l’aiuto di consulenti dedicati, professionisti e altre startup, è stato sviluppata la prima versione del progetto. Dopo Torino, il prossimo passo di Tam Town sarà la diffusione della piattaforma nelle principali città italiane, con l’obiettivo ultimo di offrire il servizio anche ai mercati esteri. Attraverso eventi e continua presenza nel territorio, Tam Town risponderà a ogni esigenza creando una fitta rete di connessioni e di servizi sempre disponibili. Il tutto sarà facilitato, nei prossimi mesi, da una applicazione mobile, per rendere il servizio ancora più immediato e fruibile.

Intanto, Simone sta per volare nella Silicon Valley, dove incontrerò i più importanti esperti di tecnologia e business al mondo, che non vedono l'ora di ascoltare quello che si è inventato.