Studenti inglesi d’economia: the best lovers in GB!Dai banchi d’asilo a quelli universitari, passando per scuole medie e liceo, quante cotte, quanti amori e quante storielle sono sorte e sorgeranno

Fonte: Conrocampus.it
di Angela Leone     

Ed è proprio questo aspetto, che anima la sociologia del mondo della scuola e dell’istruzione, che i gestori del sito inglese Studentbeans.com - portale che raccoglie notizie e informazioni curiose sul mondo universitario – ha voluto indagare, in una indiscreta ricerca che mira a comprendere, dal punto di vista statistico, l’andazzo sentimentale e sessuale degli avventurieri studenti bretoni.

Su un campione di circa 4.656 studenti inglesi, estrapolato equamente da più di 100 atenei della Gran Bretagna, lo staff di  Studentbeans è stato in grado di rilevare quali universitari e in che misura intrattengono il maggior numero di rapporti sessuali e amorosi nell’arco dell’intero corso di laurea. E pare proprio che siano gli studenti di Economia quelli che, in pole position, detengono una discreta media, del 4.88, in relazione al numero di situazioni di coppia vissute negli anni di studio.

Probabilmente la freddezza delle discipline con cui entrano in contatto, procedurali e matematiche, fanno dei futuri economisti ottimi intrattenitori di rapporti occasionali, o individui privi di sentimentalismi. E sarà proprio per questo che aspiranti artisti o studiosi di scienze della comunicazione occupano i posti più remoti della tabella di ricerca: abituati a  parlare di più, agiscono di meno. A buon punto però, nonostante i luoghi comuni portino a pensare il contrario, sono posizionati gli ingegneri, e gli studenti di tempo libero, ospitalità, turismo, retail, e agricoltura!

In ogni caso la ricerca non fa molta pubblicità al sex appeal degli studenti inglesi perché, tirando le somme sei studenti su dieci, da quando hanno iniziato gli studi, hanno dormito solamente con 2 o anche meno persone, mentre il 5% non ha avuto nessun partner sessuale! Ergo la ricerca rettifica che solo il 9% degli universitari trova indispensabile l’attività sessuale e la vita di coppia in Inghilterra , e che il 52% preferisce, invece, passare il proprio tempo con gli amici, a studiare e nel peggiore dei casi c’è chi vive di vita virtuale garantita da Facebook.

Eppure si badi all’aspetto salutare , mentale e fisico, e non meramente materialistico dell’attività in questione: come dimostrato da importanti ricerche svolte presso il New England Research Institutes di Watertown, in America, praticare una regolare attività sessuale allunga la vita, migliora l’umore, incentiva l’azione delle difese immunitarie e, giovando anche al cuore, aiuta anche il mantenimento di una buona forma fisica!

Del resto, come sostenuto da Raffaele Morelli, uno dei più conosciuti e seguiti psicologi italiani:  «Siamo davvero noi stessi soltanto quando facciamo l’amore. È attraverso il sesso infatti che si esprime la nostra anima più genuina, perché la forza divina dell’eros travolge tutte le impalcature razionali che tengono imbrigliata la nostra natura profonda.»

Ma non tutti gli studenti italiani la pensano come il professore sopracitato. E girovagando tra i corridoi della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Salerno in cerca di pareri in merito, sembra che le opinioni si differenzino per un caso di genere. Infatti un gruppo di ragazze d’ateneo, portate a conoscenza della ricerca inglese hanno indignate commentato :” Ci sembra puerile interessarsi proprio di questo aspetto della vita dei giovani che studiano e si impegnano ogni giorno per costruire un futuro serio e prospero.”  Ma i maschietti, con sorrisetti più maliziosi, alla notizia dell’indagine condotta da Studentbeans, risultano meno seriosi e il commento più simpatico è stato quello di un laureando in Beni Culturali che ha esordito dicendo:“L’amore è come un’opera d’arte, va compreso, studiato, amato ed esplorato in ogni sua prospettiva, in ogni suo significante! Stima e lode per gli economisti londinesi che studiano in privato l’arte più bella del mondo!”

Insomma, inglesi, italiani, babilonesi: innamoratevi, travolgetevi, esprimetevi e liberatevi più spesso dal raziocinio che tiene prigionieri. Studiare e chattare va bene, ma l’amore è tutta un’altra storia!