I documentari naturalistici per gli Studenti dell’Università Reatina“Il nuovo anno accademico si aprirà con una novità per gli studenti del corso di laurea in Scienze e Tecnologie per la conservazione delle Foreste e della Natura di Cittaducale”

Fonte: Sabina Universitas

Così esordisce il delegato per la sede reatina prof. Schirone, “Accanto ai tradizionali insegnamenti verrà, infatti, attivato un laboratorio di documentarismo naturalistico che permetterà agli studenti della sede distaccata dell'Università "Tuscia" di Viterbo di confrontarsi con tutte le fasi della produzione di un filmato divulgativo scientifico, potenzialmente in grado di essere trasmesso in televisione.”
“La crescita professionale nel settore della conservazione della natura e delle foreste è il nostro progetto principale – ci dice il delegato per la sede reatina – e questa crescita passa attraverso lo studio appassionato della propria terra, che nel caso di Rieti offre molteplici opportunità, pertanto pensiamo anche alla divulgazione di tante bellezze.”

Il nuovo e innovativo corso, sovvenzionato dalla Regione Lazio, sarà tenuto da sceneggiatori, montatori e direttori della fotografia della "Filminart" e coordinato da Roberto Palozzi, autore di numerosi documentari per Rai e Mediaset, in particolare per le trasmissioni televisive "Geo & Geo", "Tg2 Dossier" e "Pianeta Mare". Per gli studenti dotati di brevetto sub saranno probabilmente previste anche delle sessioni di tecnica di ripresa subacquea tenute dal coordinatore del corso, affermato cameraman "bagnato", immersosi con la telecamera in tutti i mari del mondo, compresi gli oceani congelati artici e antartici. Alla fine del laboratorio di documentarismo gli studenti avranno realizzato i loro primi, brevi documentari. L'approccio formativo sarà estremamente pratico e pur senza tralasciare i fondamentali aspetti teorici delle tecniche di ripresa, della post-produzione e della "grammatica" televisiva, si privilegeranno i momenti in cui saranno gli studenti ad operare in prima persona utilizzando telecamera, stativi e tutti gli accessori del documentarista (in fase di ripresa) e successivamente, i più attuali e diffusi software di montaggio digitale non lineare. Le lezioni dei vari argomenti saranno tenute in moduli separati di 3 ore ciascuno.

“Ma non dimentichiamo che il nostro obiettivo è la formazione nel settore della conservazione della natura e delle foreste e presso la sede di Cittaducale – ci dice sempre il delegato per la sede reatina – che rappresenta una parte importante del panorama formativo offerto dalla Sabina Universitas, nei prossimi giorni le matricole potranno effettuare i test di ammissione che saranno tenuti l’11 ed il 24 Settembre (anche in questo caso gratuiti).” Il servizio di orientamento offerto dal polo universitario reatino e dall’Università della Tuscia è stato potenziato per offrire il massimo dell’informazione.