preziosiGli studenti dell'Università dell'Aquila possono trovare il materiale didattico per seguire i loro corsi in un portale  che è stato realizzato dal corettore dell'Università, Fabio Preziosi

Fonte: Rainews24

L'iniziativa è nata per permettere agli studenti che hanno perso il materiale didattico, magari custodito nei loro Pc rimasti sotto le macerie del terremoto, di continuare il proprio corso di studio. Ma anche in previsione del fatto che a settembre, con l'inizio dei corsi, non è assolutamente sicuro che studenti e professori possano risiedere vicino l'Università.

Si tratta di un' opera imponente e in crescita, l'Università ha 2200 corsi e 27mila studenti e ad oggi è stato inserito il 30% del materiale "ma contiamo di arrivare al 60% in breve tempo" assicura Preziosi. Per realizzare il portale il gruppo di professori aquilani ha avuto un consistente supporto esterno, "ma spesso - spiega Preziosi -  abbiamo dovuto dire di no perché molti dei supporti che ci venivano offerti erano per persone skilled (esperti) mentre noi avevamo bisogno di un sistema fruibile da un gruppo eterogeneo di persone dagli studenti di discipline umanistiche a quelle scientifiche, per non parlare dei professori". Una chiosa finale che fa pensare che alcuni docenti, se non altro che per motivi anagrafici subiscono il digital divide. Le linee guida per la realizzazione del portale sono state in sostanza due: che sia semplice e che funzioni.