Finti master in finte università, scoperta truffa online del profLa Guardia di Finanza smaschera un docente della Tuscia che sul web offriva corsi di specializzazione post universitaria in falsi atenei come il Giovanni Paolo II

Fonte: Corriere della Sera

Aveva inventato finti master presso università inesistenti per i quali intascava fino a mille euro per le iscrizioni. Protagonista della truffa un docente dell' Università degli Studi della Tuscia che, approfittando del suo incarico, riusciva a coinvolgere aspiranti alla frequenza di fantomatici corsi di specializzazione post-universitaria. Il raggiro è stato scoperto dagli uomini del Nucleo Speciale Frodi Telematiche della Guardia di Finanza nell'ambito di un'indagine condotta dal procuratore aggiunto di Roma Alberto Caperna.

FINTI MASTER - I finti Atenei, privi di una sede e di aule, avevano trovato terreno fertile in studenti-lavoratori alla ricerca di titoli da utilizzare nell'ambito di concorsi pubblici e da sfruttare per la propria progressione di carriera. Tra i percorsi didattici inesistenti il Master in diritto di famiglia civile e penale, quello in diritto comunitario del lavoro e processuale o ancora in diritto del lavoro e processuale amministrativo. Le Fiamme gialle hanno sequestrato ampia documentazione e i conti correnti su cui sono confluite le somme versate dagli iscritti.

SEQUESTRATI SITI WEB - Chiusi i siti web con cui venivano reclamizzate le infondate attività di studio e le ancor meno veritiere certificazioni di diplomi e lauree. Sottoposti a sequestro i siti www.logosegiustizia.com, una sorta di portale in cui venivano prospettate opportunità di formazione ad alto livello, www.unilusi.it, corrispondente alla sedicente Università Giovanni Paolo II o Università Karol Wojtyla e www.unisuis.com (Sophia University of International Studies).