Rieti. Allarme neve, Bastioni: «Ancora un fine settimana all'insegna dei disagi»«Il peggioramento atteso per la serata di giovedì»

Fonte: Ilgiornaledirieti.it

«Dai modelli previsionali disponibili, a partire dalla tarda serata di giovedì è previsto un peggioramento consistente del maltempo, sulla falsariga di quanto è accaduto lo scorso fine settimana. In particolare, nel corso della mattinata di venerdì, sul Reatino sono previste nevicate a bassa quota a partire dai 400 metri, dapprima deboli, ma in intensificazione durante il pomeriggio anche a quote di pianura, con temperature costantemente sotto lo zero, e formazione di ghiaccio lungo le strade. Il picco del maltempo è previsto in serata e nella notte tra venerdì e sabato, quando la neve scenderà copiosa anche a quote molto basse, con elevata criticità per l'accumulo di neve che potrà raggiungere i 10-15 centimetri di altezza nei dintorni di Rieti ed in città. Per avere una schiarita bisognerà attendere la giornata di domenica». A spiegarlo è Crescenzio Bastioni, responsabile del Cer Protezione Civile di Rieti.

In previsione dei possibili problemi che il maltempo causerà, «sono in stato di massima allerta tutte le strutture operative della Protezione civile, nonché degli enti e delle Amministrazioni locali, che in stretto coordinamento tra loro opereranno su tutte le criticità che eventualmente dovessero presentarsi. In caso di emergenza - precisa Bastioni - si invita la cittadinanza a contattare i numeri telefonici della Sala Operativa del Comune di Rieti 0746.287215 - 0746.287350 - 0746.287355 - 0746.287494, in alternativa è disponibile il numero verde della Protezione Civile Regionale del Lazio 803.555 o i numeri di pronto intervento 112 - 113 - 115 che a loro volta attiveranno il sistema di soccorso e di Protezione civile».

«Il ruolo che rivestono i cittadini - puntualizza Bastioni - in occasione di eventi climatici particolarmente estremi è fondamentale. Il Piano emergenza neve per funzionare necessita della collaborazione della popolazione, soprattutto perché se i cittadini non assumono comportamenti virtuosi, come evitare di utilizzare i mezzi privati di fronte ad una copiosa nevicata, e se necessario essere attrezzati con catene o gomme da neve, gli interventi possono non risultare efficaci». «Senza la partecipazione attiva dei cittadini anche il miglior piano di Protezione civile rischia di non funzionare», ha concluso Bastioni.