Ricerca sulle infezioni, Vasco Rossi dona un'assegno triennale di 75mila euroIl rocker, che in estate era stato colpito da un'endocardite, ha deciso di finanziare la ricerca presso l'Università di Bologna. Il Blasco: "Mio padre lo diceva sempre: 'per mangiare e per curarsi i soldi ci sono"

Fonte: la Repubblica

Uscito indenne da un'endocardite che lo ha costretto durante i mesi estivi a una lunga degenza in ospedale, Vasco Rossi ha deciso di dare una mano nella lotta alle infezioni.

Il rocker di Zocca ha deciso infatti di donare 75mila euro per finanziare le ricerche sui "biofilms microbici", principali responsabili di diverse forme infettive gravi, come l'edocardite, o come altre malattie cronoche alle vie urinarie, alla corea e ai reni.

La cifra donata da Rossi servirà a sostenere un assegno triennale di ricerca, che si svolgerà presso il laboratorio di Microbiologia Generale e Bioteconologie Microbiche dell'Università di Bologna. La borsa di studio prenderà il nome dello stesso Vasco e di suo padre. "Mio padre - ha spiegato a questo proposito il rocker - mi diceva sempre: 'per mangiare e per le medicine... i soldi ci sono'. E non aggiungeva altro. Io sono lieto di poter oggi intitolare questa borsa di studio a Vasco e Giovanni-Carlo Rossi.

"Il contatto con Vasco è nato in seguito alla sua malattia - spiega il professor Davide Zannoni, direttore del Dipartimento di Biologia evoluzionistica sperimentale dell'Università di Bologna, presso il cui laboratorio si svolgerà la ricerca -: Vasco ha dimostrato una straordinaria sensibilità, ha capito il messaggio, l'importanza di essere generosi con la ricerca scientifica".