Diritto allo studio, studenti di nuovo in piazza. Manifestazione venerdì 28 ottobre 2011La riforma non piace e gli studenti manifestano. Irremovibili infatti sulla decisione di manifestare il prossimo 28 ottobre 2011, nonostante la paura che si è registrata a Roma settimana scorsa, nonostante il task force che vuole azionare il governo

Fonte: Eurolaurea.com

Il 28 ottobre si scenderà in piazza nuovamente e a confermarlo è proprio il Coordinatore Nazionale dell'Unione degli Universitari, Michele Orezzi, attualmente a Parigi per parlare di rappresentanza e mobilitazione studentesca.

In particolare si è contro la riforma Gelmini che anzichè garantire diritto allo studio e finanziamenti, li sottrae:

"il Ministro Gelmini vuole riformare completamente il diritto allo studio. La riforma, fatta ovviamente per decreto e senza una vera discussione parlamentare, vuole capovolgere il ragionamento per cui e' necessario adeguare i finanziamenti al numero di studenti che ad oggi hanno diritto ad una borsa di studio, puntando a ridurre il numero degli studenti idonei", queste le dichiarazioni che fanno capo all'UDU e su cui si schierano in accordo gli studenti di tutta Italia.

L'Italia si prepara dunque ad una nuova giornata di protesta, sperando si svolga nella piena civiltà osservando lo spirito pacifista dell'iniziativa.