Il Nobel per l'Economia a agli americani Thomas Sargent e Christopher SimsAlla base del riconoscimento, i loro studi sugli impatti dei cambi di policy su produzione, inflazione e occupazione

Fonte: Il Sole 24 Ore
di Stefano Natoli

Il premio Nobel per l'Economia è stato assegnato agli statunitensi Thomas Sargent (Università di New York) e Christopher E Sims (Università di Princeton). La Royal Swedish Academy of Science ha sottolineato come il loro lavoro abbia «posto le basi della moderna analisi macroeconomica».

Le relazioni su cui si sono concentrati gli studi dei due accademici sono a "due vie": su come la politica si ripercuota sull'economia, ma anche su come l'economia influenzi la politica. I due hanno anche analizzato le ricadute sull'attività economica delle attese nel settore privato, e come queste influenzino le decisioni su salari, investimenti e risparmi.

Thomas Sargent «ha mostrato come la macroeconometria strutturale possa essere utilizzata per analizzare i cambiamenti permanenti nella politica economica». I suoi metodi si possono applicare allo studio delle reazioni di imprese e famiglie agli sviluppi sul fronte dell'economia.
Christopher Sims, recita un comunicato del comitato sui Nobel, ha invece sviluppato un metodo - battezzato autoregressione vettoriale - che analizza come l'economia venga influenzata da mutamenti temporanei sulle politiche e in altri fattori. Questo metodo in particolare è stato utilizzato per analizzare gli impatti delle variazioni dei tassi di interesse da parte delle banche centrali. E ne è emerso che da un aumento dei tassi, manovra volta a limitare l'inflazione, se l'impatto negativo sull'economia è quasi immediato, quello calmierante sui prezzi richiede tra uno e due anni.

Sims, nostri metodi essenziali per trovare via d'uscita da crisi
«I nostri metodi sono essenziali per trovare una via d'uscita alla grande confusione in cui si trova l'economica mondiale», ha dichiarato Christopher Sims.

Vaciago, due grandi scienziati dell'economia
«Sono due scienziati dell'economia completi, due che fanno teoria, ma anche verifica, che usano la matematica, le stime, due economisti che partono dalle idee e le testano con i dati, che non si accontentano dei modelli, ma sono sempre attenti alle verifiche quantitative delle loro idee». Così l'economista Giacomo Vaciago commenta il premio assegnato ai due americani. Vaciago aggiunge che «sono due tra gli economisti più famosi al mondo: Sims è più quantitativo, più un econometrico, è il padre-padrone delle stime economiche con i modelli Var di autoregressione vettoriale e cioè delle stime economiche effettuate con grandi computer, con cui si verificano la bontà delle teorie. In altre parole Sims è uno che non esprime opinioni, ma riporta stime. Dei due però è Sargent il più famoso. È lui che ha fondato la scuola delle aspettative razionali».