Lo studio su caffeina e stress. Troppo caffè? Allucinazioni… in vistaBere caffè si ritiene possa fare anche bene o migliorare l’attenzione. Troppi caffè, però, pare possano provocare allucinazioni

Fonte: La Stampa

Il caffè fa bene al fegato, suggeriva uno studio dell’Istituto Mario negri di Milano, di qualche anno fa. Il caffè può prevenire il tumore al seno, recitava invece uno studio di qualche settimana or sono. Il caffè previene il cancro alla prostata, sosteneva un altro studio ancora di qualche giorno fa.
Insomma, il caffè pare che, in un modo o nell’altro, possa essere anche benefico per la salute. Accade però che, spesso, dopo una serie di notizie confortanti ne arrivi qualcuna che lo è meno.

È il caso di un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’Università di La Trobe, University School of Psychological Sciences in Australia che sostiene come bere eccessive quantità di caffè possa causare allucinazioni. Il professor Simon Crowe e colleghi hanno stimato che bastano cinque caffè al giorno – una quantità neanche tanto elevata – o più, naturalmente, per aumentare le possibilità che una persona possa essere vittima di allucinazioni nelle loro diverse forme. Tra queste, ricordiamo, ci sono le allucinazioni visive – le più famose – dove si vedono cose che, in realtà, non esisterebbero. Ma ci sono anche forme meno conosciute come le allucinazioni olfattive e auditive – oggetto di questo studio.

Per sostenere la loro tesi, i ricercatori hanno reclutato 92 volontari sani per misurare gli effetti dello stress e della caffeina. I partecipanti sono poi stati suddivisi a caso in quattro gruppi atti a ricevere rispettivamente un basso o alto stimolo stressante; basse o alte dosi di caffeina. I partecipanti dovevano poi riportare quanto succedeva loro.
Dopodiché, ai partecipanti è stato fatto ascoltare il cosiddetto rumore bianco, una frequenza sonora prolungata e sempre uguale formata da una combinazione di tutte le frequenze. Agli stessi è stato chiesto di riferire quando, in mezzo al rumore bianco, sentivano anche alcuni brani della canzone White Christmas cantata da Bing Crosby.
Il barbatrucco ideato dai ricercatori era che in realtà la canzone non era mai stata suonata. Tuttavia qualcuno l’ha sentita veramente. E chi sarà stato secondo voi? Esatto! Quelli che erano stati sottoposti ad alti livelli di stress o ad alte dosi di caffeina.
«La combinazione di caffeina e stress influiscono sulla probabilità che un individuo sviluppi un sintomo psicotico», ha spiegato Crowe.

Gli scienziati non hanno spiegato se sia stato più lo stress o la caffeina a fare da agente provocatore; è probabile che sia una combinazione dei due fattori. D’altronde è comprensibile che se si è stressati e si bevono molti caffè la risposta del sistema nervoso possa essere oltre misura. Di fatto, questo si traduce anche nella possibilità che si possano avere allucinazioni come, per esempio, bersi una realmente buona tazza di caffè a un prezzo ragionevole… Ma questa e un’altra storia.