Contrordine: gli uomini parlano più delle donne. Ma lei usa meglio le paroleUno studio dell'Università di Manchester rivela: il gentil sesso utilizza un linguaggio più ponderato e riflessivo, lui è più ridondante

Fonte: Adnkronos

Sorpresa: gli uomini parlano più delle donne. Benché siano soliti etichettare le rappresentanti del gentil sesso come delle chiacchierone, in realtà sono loro i più loquaci. Non è tutto. Quando c'è da usare le parole, lei se la cava meglio di lui: utilizza infatti un linguaggio più vario e riflessivo. A rivelarlo uno studio dell'università di Manchester (Usa), che ha passato in rassegna 56 ricerche sul tema per scoprire che in ben 24 di esse gli uomini si aggiudicano il primato di ciarlieri, contro appena due studi che attestano il contrario.

Gli studiosi britannici hanno inoltre registrato 50 conversazioni su svariati argomenti, per poi trascriverne i testi assegnando a dei volontari il compito di completare i dialoghi. Alle discussioni mancavano infatti alcuni 'tasselli', perché i ricercatori avevano cancellato diverse parole. Così hanno potuto appurare la maggiore propensione delle donne all'uso di un linguaggio più ponderato e vario. Mentre gli uomini, almeno a parole, si dimostrano più banali e scontati. La prova? I vocaboli usati da lui potrebbero essere indovinati nell'81% dei casi contro il 71% dei lemmi a cui fa ricorso lei. Le donne perdono terreno solo quando il discorso verte su argomenti di attualità: esclusivamente in questo caso gli uomini riescono a pareggiare il conto.

La stoccata finale per lui arriva da Geoffrey Beattie, lo psicologo che ha coordinato lo studio. "Sono gli uomini a rivelarsi più propensi a parlare per il gusto di farlo - afferma sulle pagine del 'Daily Mail' - 'ricalcando' un linguaggio ritualistico e ridondante che non contiene nuove informazioni".