Il Risorgimento trionfa in aula: è boom di presenze a corsi e seminari sull'Unità d'ItaliaCorsi sul risorgimento, lezioni sull'Unità d'Italia, seminari su Cavour e Garibaldi: una vera e propria "Risorgimento - mania". La Facoltà di Lettere della Sapienza di Roma ha dedicato ai 150 anni dall'unificazione addirittura 20 corsi

Fonte: Studenti.it
di Andrea Maggiolo

Nei palazzi del governo le forze politiche (o meglio, alcune di esse) continuano a discutere sull'importanza e la legittimità dei festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia, ma nel mondo universitario le cose stanno andando in maniera diametralmente opposta.

E' Risorgimento-Mania: 20 corsi alla Sapienza
Corsi sul risorgimento, lezioni sull'Unità d'Italia, seminari su Cavour e Garibaldi: una vera e propria "Risorgimento - mania", secondo la definizione di alcuni quotidiani nazionali.  Diversi i corsi di laurea e gli ambiti in cui si sta sviluppando questo rinnovato, e per certi versi inaspettato, ritorno di fiamma. Dalla storia alla letteratura, dal cinema all'attualità politica.

Qualche esempio. La Facoltà di Lettere della Sapienza di Roma ha dedicato ai 150 anni dall'unificazione addirittura 20 corsi. Ma anche gli altri due atenei della Capitale, Tor Vergata e Roma Tre, hanno complessivamente attivato 20 corsi o iniziative legate all'evento. Si va da corsi di letteratura del Risorgimento, a quelli sul ruolo dei romanzi di Foscolo e Ippolito Nievo, fino al tema dell'esilio. Alcuni corsi sono poi più particolari, come quello sul patriottismo nella storia dell'istruzione pubblica.

Beatrice Alfonzetti, che insegna Letteratura teatrale alla Sapienza, è anche la responsabile d'ateneo della ricerca sull'Unità d'Italia: "Questa è un'occasione - afferma - per mostrare che ci sono tanti modi per affrontare questa ricorrenza, in maniera non prevedibile né retorica".

"I ragazzi chiedono e si interessano"
E gli studenti? Anche loro sembrano apprezzare senza riserve questo genere di iniziative. Al convegno "L'Italia verso l'Unità", tenutosi a Roma la scorsa settimana, sono intervenuti centinaia di ragazzi e ragazze. Ma anche in ambito prettamente universitario, si notano dei cambiamenti. Lo racconta sempre Beatrice Lorenzetti: "Parlando coi colleghi, - racconta - molti hanno notato una partecipazione alle lezioni maggiore rispetto al solito".

"Al mio corso - continua - quasi tutti si sono meravigliati quando hanno scoperto che le idee dell'Unità sono nate nel Settecento e che un ruolo di primo piano l’hanno avuto molti meridionali emigrati a Milano durante il periodo napoleonico. Insomma, i ragazzi chiedono e si interessano, se stimolati".

All'ateneo di Roma Tre l'iniziativa più originale è opera di un ricercatore, Paolo Mattera, che ha realizzato un video sul modo in cui la tv pubblica ha affrontato negli scorsi decenni il tema dell'Unità. Una galleria di spezzoni ripescati dalle teche Rai in cui, come in una sorta di amarcord, scorrono una dopo l'altra le varie inchieste, pubblicità, sceneggiati e le più recenti fiction.