Profilo Zuckerberg hackerato, Facebook rinforza la sicurezzaPer Facebook sono in arrivo due nuovi strumenti di sicurezza volti a proteggere gli utenti dagli attacchi dei pirati informatici

Fonte: Il Messaggero

La notizia, pubblicata sul blog del social network, arriva a poche ore dalla violazione del profilo del fondatore Mark Zuckerberg ad opera di hacker. La prima misura sarà l'introduzione del protocollo https, che garantisce trasferimenti di dati riservati nel web.

Il sistema è lo stesso già usato ad esempio dalle banche e dai siti di commercio elettronico. Gli utenti, spiega Facebook, avranno a breve la possibilità di abilitare l'uso di questo protocollo, che viene consigliato soprattutto se si accede a internet da luoghi pubblici. L'altra misura di sicurezza, più creativa, è la «autenticazione sociale». Il sistema comunemente usato sul web per verificare che sia realmente l'utente a registrarsi, ad autorizzare un acquisto o a inserire un commento è il «captcha», ovvero la scritta distorta che contiene un codice da digitare. Al posto del captcha Facebook mostrerà alcune foto degli amici, chiedendo di indicarne il nome. Come spiega il social network, «gli hacker possono conoscere la tua password, ma non sanno chi sono i tuoi amici».

L'annuncio dei nuovi strumenti di sicurezza segue di poche ore la violazione del profilo di Mark Zuckerberg da parte di pirati informatici, che ieri sono riusciti a postare un messaggio dai contenuti vagamente politici scatenando preoccupazioni e beffe in rete. Prima di Zuckerberg, stessa sorte era toccata pochi giorni fa a Nicolas Sarkozy, la cui pagina di Facebook era stata violata da hacker che avevano annunciato la non ricandidatura del presidente francese nel 2012.