Generazione Facebook, senza rete scattano i sintomi dell'astinenzaTra gli effetti: ansia, preoccupazione e senso di isolamento

Fonte: ANSA

Un giovane senza Facebook, Twitter, l'email, il cellulare e Internet è come un fumatore che sta cercando di smettere di fumare o qualcuno che ha appena iniziato una dieta. Gli effetti sono ansia, preoccupazione, senso di isolamento e irrequietezza, ovvero i sintomi dell'astinenza. Una condizione che oggi ha un nome: Information Deprivation Disorder.

A coniare il nome della nuova condizione un gruppo di ricercatori dell'università del Maryland che ha condotto una sperimentazione in 12 università di tutto il mondo chiedendo ad un gruppo di giovani volontari di restare per 24 ore senza i dispositivi elettronici, e quindi tagliati fuori dalla Rete. Ai volontari era consentito di usare solo il telefono fisso, in determinate fasce orarie e leggere libri (di carta). Dai diari che gli studiosi hanno chiesto ai ragazzi di tenere sono emersi sentimenti di ansia e preoccupazione e a causare il peggior stato di insofferenza è stata la mancanza della musica.

"Molti di loro hanno detto di trovare il silenzio piuttosto scomodo e imbarazzante - ha affermato Roman Gerodimos, coordinatore della ricerca - ma alcuni di loro si sono adattati e si sono abituati cominciando a notare i suoni intorno, come il canto degli uccelli o i rumori dei vicini di casa". In ognuno dei resoconti, secondo gli studiosi, è tornata, ricorrente, la parola "dipendenza" e molti ragazzi hanno dichiarato che i loro erano veri e propri sintomi di astinenza.