A Giugiaro la laurea magistrale ad honorem in architetturaAlla cerimonia presso il Politecnico di Torino erano presenti, tra gli altri, i vertici della Volkswagen, Winterkorn e Piech, l'ad della Fiat, Marchionne, il presidente della Regione Piemonte, Cota e il ministro della Sanità, Fazio

Fonte: la Repubblica

Conferita a Giugiaro la laurea magistrale ad honorem in architettura. Presso la gremita Aula Magna "G. Agnelli" del Politecnico di Torino, il rettore Francesco Profumo ha conferito al celebre designer il prestigioso riconoscimento. Questa la sintesi delle motivazioni del conferimento: "per la competenza nel risolvere l'intuizione formale con tecnologie e tecniche efficaci e per la sensibilità nella comprensione e anticipazione della cultura, della economia, della domanda e del mercato".

Per Giorgetto Giugiaro si tratta di un nuovo prestigioso riconoscimento dopo le lauree ad honorem ricevute nel 1984 dal Royal College of Art di Londra (design), nel 1996 dall'Università di Rousse, Bulgaria (design), nel 2002 e 2004 dalla Seconda Facoltà di Architettura dell'Università di Napoli (entrambe in architettura), nel 2003 dall'Università di Cordoba, Argentina (in architettura) e, sempre nel 2003, dal College for Creative Studies di Detroit (in architettura). Insomma un talento universalmente riconosciuto e che è stato sottolineato dalla presenza, tra gli altri, alla cerimoniali consegna dei vertici della Volkswagen, Martin Winterkorn e Ferdinand Piech, l'ad della Fiat, Sergio Marchionne, il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota e il ministro della Sanità, Ferruccio Fazio.

Giorgetto Giugiaro visibilmente emozionato ha voluto ringraziare così i presenti: "Sono particolarmente onorato ed emozionato nel ricevere questa laurea ad honorem da parte del Politecnico di Torino, uno tra i più rinomati, riconosciuti ed apprezzati atenei a livello mondiale. Sono inoltre orgoglioso di ricevere questo riconoscimento nella mia città che, tra l'altro, è stata la culla della storia dell'automobile in Italia. Mi auguro che con questa cerimonia si riesca anche a trasmettere un messaggio ai giovani allievi del Politecnico: la passione per il proprio lavoro e il coraggio di investire possono realmente essere l'appagamento di una vita intera, sempre accompagnata da curiosità e un continuo interesse per il nuovo che incalza ma senza mai dimenticare l'umiltà per poter apprendere ogni giorno qualcosa".

Questo invece il commento di Francesco Profumo, rettore del Politecnico di Torino: "In oltre 150 anni di storia il Politecnico di Torino ha conferito un numero contenuto di lauree ad honorem e a personaggi di spiccato valore per il contesto socio-economico e per l'Accademia. Con quella a Giorgetto Giugiaro l'Ateneo evidenzia la valenza culturale dell'opera e del pensiero di questo Maestro della Tecnologia e del Disegno Industriale. Un riconoscimento che vuole anche essere un messaggio alla Comunità Accademica, agli studenti e alla Società Civile sui valori che il Politecnico di Torino privilegia nella formazione e nella ricerca: continuità e integrazione del pensiero concettuale e della visione culturale, con l'azione e con la prassi dei processi di trasformazione dell'industria, del territorio e dell'ambiente".