11 settembre. Anniversario tra polemiche su moschee e rogo del CoranoAd un giorno dall'anniversario dell'11 settembre, a Ground Zero la ricostruzione, seppur lentamente, sta andando avanti

Fonte: ASCA

Le accese polemiche sulla possibile realizzazione di una moschea vicino al luogo in cui vennero distrutte le Torri Gemelle e il piano di una chiesa della Florida di bruciare il Corano per il nono anniversario degli attentati di Al-Qaeda, rischiano di oscurare il ricordo delle vittime e le celebrazioni di quest'anno.

Fino ad un anno fa, infatti, la ricostruzione del World Trade Center era tutto quello che contava, ora, invece, gli americani rischiano di perdere di vista il ricordo degli attacchi avvenuti l'11 settembre 2001, distratti dalle discussioni di questi giorni su moschee e roghi di corani.

Dopo nove anni di imbarazzanti ritardi, il Ground Zero non sembra piu' un cratere ma un vero e proprio cantiere in attivita'. La struttura dei primi 36 piani della Torre One del World Trade Center e' stata costruita e il famoso memoriale '11/9', che prevede due cascate e un parco con 400 querce, aprira' il prossimo anno.

"E' difficile ripensare alla tragedia dell'11 settembre ma come ne siamo usciti ci deve rendere orgogliosi", ha detto il sindaco Michael Bloomberg.

Finora, pero', i preparativi per l'anniversario, come l'annuale lettura dei nomi delle vittime, sembrano esser stati messi in secondo piano da un'ondata di critiche che stanno investendo gli Usa e il suo rapporto con l'Islam.

Il pastore Terry Jones, reverendo della piccola chiesa evangelica della Florida che ha annunciato di voler bruciare 200 copie del Corano in memoria delle vittime dell'11 settembre, ha ingnorato l'indignazione della comunita' internazionale per il piano e ha promesso oggi di andare avanti con la cerimonia, nonostante i timori per la reazione del mondo musulmano.

Sia il presidente Barack Obama, che partecipera' sabato ad una cerimonia al Pentagono, che il Vaticano hanno condannato con forza l'idea di Jones.

Se il rogo dei Corani si fara', potrebbero nascere disordini in tutto il mondo musulmano simili a quelli esplosi dopo la pubblicazione, su un giornale danese, di alcune vignette caricaturali sul profeta Maometto. Inoltre la situazione non e' resa facile dal delicato dibattito sulla costruzione di una moschea e di un centro per la comunita' islamica a due isolati da Ground Zero. Una manifestazione contro la moschea e' prevista sabato nonostante finora siano state evitate, nel giorno dell'anniversario dell'11 settembre, proteste e sit-in politicizzati.

La nazione si fermera', come sempre, per ricordare i momenti in cui gli aerei dirottati si schiantarono contro le Torri Gemelle, il Pentagono e contro un campo in Pennsylvania, ma anche quest'anno per le famiglie delle vittime del Ground Zero non sara' facile ricordarle in pace.