Salute: E' quanto emerge da un piccolo studio austriaco, pubblicato su "Occupational and Environmental Medicine"

Fonte:Adnkronos

La passione per le chiacchierate al telefonino puo' giocare brutti scherzi. Sembra infatti che l'uso regolare di un cellulare possa aumentare il rischio di soffrire di acufene, insomma di essere afflitti da costanti e fastidiosi ronzii o da altri rumori nell'orecchio. E' quanto emerge da un piccolo studio austriaco, pubblicato su 'Occupational and Environmental Medicine'.

Il team dell'Universita' di Vienna ha arruolato 100 persone affette da acufene e altrettante sane, confrontando poi l'impiego del telefonino nei due gruppi. In questo modo gli scienziati hanno scoperto che i ronzii erano oltre il 70% piu' frequenti nelle persone che utilizzano il cellulare per piu' di 10 minuti al giorno. Il disturbo dell'udito e' stato collegato in precedenza all'esperienza di rumori forti, traumi alla testa e all'assunzione di particolari sostanze, ma in molti casi la sua origine e' sconosciuta. I ricercatori viennesi puntano il dito sul legame con l'uso del telefonino, evidenziando comunque la necessita' di ulteriori studi per fare chiarezza su questo aspetto. In generale si stima che il 10% della popolazione soffre di una qualche forma di acufene, ma non e' ancora chiaro se il problema sia in aumento negli ultimi anni, di pari passo con la diffusione dei telefonini. Non solo: dallo studio e' emerso anche che il fatto di aver usato il cellulare per piu' di 160 ore in totale e' associato a un aumento del rischio 'ronzii' del 60%.