facebook“Chi non si iscrive non si laureerà mai!”, è questo il claim del gruppo universitario più numeroso di Facebook. Fenomeno non tanto singolare: in periodi di crisi meglio munirsi di un saldo sistema anti-sfiga

Fonte: www.campus.it
di Giulia Cimpanelli

Studenti sempre più superstiziosi, dunque. E i creatori del gruppo, autoproclamatosi portajella, possono esultare per la portata della loro comitiva, che, con i suoi quasi 90mila membri, supera addirittura per numero di iscritti i gruppi anti Gelmini.

Un Facebook studentesco goliardico, insomma, considerano che il gruppo “Le 16 frasi più dette dagli universitari” conta ben 54.354 membri ed è uno dei più partecipati. Così si capisce che è facile ritrovarsi in frasi come “Quest'esame non lo passerò mai (e poi prendi 30)”, “Ah,allora ci vediamo alla festa?! No cazzo devo studiare(vai a casa non studi e stai male perche non sei andato alla festa)”, “Se non passi l'esame:il prof è uno stronzo se lo passi: quel prof è un grande”, e che le stesse meritano discussioni online più accese delle diatribe politiche tra destra e sinistra.

Con 49.710 iscritti si “posiziona” il gruppo “E=MC2, ossia Esame=Memoria x Culo al quadrato”, dove i fondatori esultano ogni 1.000 iscritti in più.
“Anche io odio quelli che dicono Aiuto non so niente e poi prendono 30!”: siccome per prendersela con qualcuno c’è sempre spazio tutti (anche chi lo fa) si iscrivono a questo gruppo e gli utenti sono giunti quasi a 29mila.

Non sono pochi nemmeno “Per quelli che…da domani inizio a studiare seriamente!”, quasi per volersi sentire in buona compagnia. Come dire: mal comune mezzo gaudio!

Da non tralasciare “Noi studenti siamo lavoratori incompresi e non pagati”, perché piangersi un po’ addosso non fa mai male. E così sono in più di 9mila coloro che cercano di consolarsi l’un l’altro per il loro stato di poveri studenti incompresi.

I gruppi più “seri” dimostrano ancora una volta come sia importante sentirsi parte di un genere , inserirsi in svariate categorie: ne è esempio “Vita da studenti fuori sede”, in cui i 20.061 membri si scambiano informazioni, pubblicano le loro ricerche di coinquilino/a, promuovono le serate universitarie.