alcol testGrazie a tre sensori, il dispositivo in grado di 'stanare' gli ubriachi alla guida e controlla ogni dieci secondi il tasso alcolemico

Fonte: la Repubblica

Week end rosso sangue sulle strade italiane: oltre venti i morti, secondo un primo bilancio destinato, purtroppo, a aumentare. Su tutti questi incidenti incombe lo spettro dell'alcol. Si moltiplicano così le idee per arginare il fenomeno. L'ultima si chiama naso-spia che rallenta o addirittura blocca l'autovettura in caso il conducente abbia bevuto troppo. Grazie a tre sensori, il dispositivo in grado di 'stanare' gli ubriachi alla guida, e denominato 'Angel', acronimo di acronimo di Analizer gaz espiratory level, controlla ogni 10 secondi il tasso alcolico dell'automobilista ma potrebbe essere anche adattato per il controllo degli stupefacenti assunti sempre da chi guida.

Lo strumento, messo a punto dal docente universitario sassarese Gianfranco Azzena, docente di Chirurgia generale nell' Ateneo di Ferrara con l'ingegnere padovano, Antonio La Gatta, verrà presentato al prossimo Expo di Shanghai assieme ad altre 264 invenzioni italiane (selezionate fra oltre 25 mila proposte).

Il naso-spia contro l'alcol alla guida, è l'ultima evoluzione dell'olfatto 'artificiale'. A prestare gli annusatori 'elettronici' ai settori della salute e della sicurezza in genere è stato il settore alimentare, dai vini ai tartufi ai prodotti Dop al caffè. E così i nasi elettronici sono entrati in sala operatoria per monitorare i gas ed evitare incidenti, hanno affiancato le impronte digitale per scovare i criminali rilevando gli odori, annusano eventuali esplosivi o rischio amianto e sono usati per diagnosi precoci, scoprendo tramite il solo olfatto i primi sintomi di infezioni e tumori, oltre a consentire una migliore protezione dell'ambiente e dell' agricoltura. Ma anche a fermare i graffiti illegali.