simcityLa Eads Astrium costruirà una stazione orbitante che raccoglierà l'energia del Sole e la invierà sulla Terra

Fonte: Zeus News

Chiunque abbia giocato a SimCity sa di che cosa stiamo parlando: nel gioco è possibile costruire, scegliendo tra le vari centrali elettriche disponibili, un impianto che riceva le microonde inviate da un satellite posto in orbita - il quale ha a sua volta il compito di raccogliere l'energia solare - e generare così l'elettricità.

Gli appassionati della simulazione ricorderanno che, in caso di incidente, le conseguenze per la città erano tutt'altro che piacevoli: un'eventualità che, portata nel mondo reale, ha portato al sostanziale insuccesso delle sperimentazioni avviate in questo senso.

Ora la Eads Astrium ha intenzione di riportare in vita l'idea originale, costruendo una stazione orbitale dotata di pannelli solari in grado di raccogliere l'energia della nostra stella, non attenuata dall'atmosfera, senza dipendere dalle condizioni meteorologiche o dall'alternanza tra dì e notte.

Anziché inviare sulla Terra un fascio di microonde, la proposta della Astrium prevede l'utilizzo di un laser infrarosso; la conversione dell'energia così trasmessa in elettricità è attualmente allo studio presso l'Università del Surrey, nel Regno Unito, dove stanno lavorando ai primi convertitori.

"L'idea" - spiega Robert Laine, Chief Technology Office dell'azienda - "è di arrivare a un'efficienza molto alta - se riusciremo a ottenere una conversione pari all'80% lo considereremo un successo".

Tra i problemi che Eads Astrium deve ancora affrontare, al di là delle questioni tecniche, c'è la ricerca di finanziatori per il lancio (che si vorrebbe veder realizzato, attivando una stazione dimostrativa, entro cinque anni) e le perplessità di chi vede un possibile uso militare di questa tecnologia, per non parlare di chi ritiene che sia meglio indagare preventivamente quali siano le eventuali ripercussioni sull'atmosfera di questo sistema di trasmettere l'energia.