Amgen Scholars: toccare con mano la ricerca nei più prestigiosi atenei europei

L'iniziativa permetterà a 75 studenti universitari europei delle facoltà medico-scientifiche di frequentare per due mesi i più rinomati atenei europei. Le candidature sono aperte fino al fino al 3 febbraio.

Fonte: Repubblica.it
di Marta Musso

Lavorare per due mesi in uno dei più prestigiosi atenei europei, immergendosi nel mondo della ricerca al fianco di team internazionali di altissimo livello. È questa l'opportunità che offre Amgen Scholars, programma formativo sostenuto da Fondazione Amgen, a 75 studenti universitari europei delle facoltà medico-scientifiche, a cui sarà possibile partecipare inviando le candidature entro il 3 febbraio 2020 (www.AmgenScholars.com). Partita per la prima volta nel 2007, l'iniziativa annuale ha coinvolto un totale di 4mila studenti di tutto il mondo a cui è stato dato il privilegio di lavorare per due mesi su progetti in ambito biomedico e biotecnologico presso gli istituti di ricerca europei più prestigiosi e di confrontarsi così sugli aspetti concreti che animano la ricerca scientifica.

Toccare con mano il mondo della ricerca

Lo scopo dell'iniziativa è proprio quello di consentire alle nuove generazioni di capire il significato della “sperimentazione”: dallo studio di lavori svolti da altri, allo sviluppo di nuove idee, fino ad arrivare all’individuazione di percorsi innovativi e mai provati prima. L'intuito e creatività degli studenti verrà accompagnato poi dalla possibilità di utilizzare strumenti sofisticati e avanzate tecnologie che danno la percezione di quanto sia complesso, ma allo stesso tempo affascinante, il mondo della ricerca. “Lo sguardo di Amgen è da sempre rivolto all'innovazione e siamo convinti che dare spazio ai nuovi talenti nella ricerca scientifica sia fondamentale per la crescita del paese e per il suo futuro”, afferma Soren Giese, Amministratore Delegato di Amgen in Italia. “Per questo Amgen Scholars offre agli studenti universitari più meritevoli l'opportunità di accedere a esperienze di ricerca d'avanguardia presso alcuni tra i maggiori atenei d’Europa, confrontandosi direttamente con i più promettenti progressi dell’innovazione nelle biotecnologie, un settore particolarmente dinamico e in grado di attrarre giovani preparati e qualificati”.

Tra gli atenei d'Europa che hanno aderito all'iniziativa ci sono l'Università di Cambridge, l'ETH di Zurigo, l'Istituto Pasteur di Parigi, il Karolinska Institutet di Solna (Stoccolma) e la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera.

I traguardi raggiunti

Negli ultimi due anni sono state circa 100 le domande provenienti dall'Italia, mentre sono 30 gli studenti italiani che, a partire dal 2009, hanno potuto prendere parte al progetto nelle università europee e altri 2 che hanno partecipato al programma presso istituti in Giappone. Nella scorsa edizione, inoltre, gli studenti italiani a vincere l'iniziativa sono stati 7. Dal 2007, il programma Amgen Scholars, che ha coinvolto un totale di 4mila universitari di tutto il mondo, ha raggiunto importanti traguardi: oltre il 97% degli studenti ha proseguito nella carriera universitaria per poi assumere ruoli strategici in campo accademico, industriale e governativo in tutto il mondo, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti, come la Rhodes Scholarship, il NIH Director's New Innovator Award e una presenza nell’elenco di Forbes dei 30 Under 30 in Healthcare.