Rapporto Crui sui docenti universitari: più donne, meno giovani

Indagine HERe-Fondazione CRUI: a fronte di un taglio complessivo del 6 per cento dello staff universitario, aumentano le donne, soprattutto fra i docenti associati, ma parallelamente gli under 45 sono diminuiti del venti per cento.

Fonte: Corriere.it

Più donne ma non più giovani
Aumentano le donne all’università, ma non i giovani. E’ quanto evidenzia l’ultima indagine HERe-Fondazione CRUI sul sistema universitario. A fronte di una diminuzione complessiva dello staff accademico del 6% (causa blocco del turnover) fra il 2012 e il 2018 gli uomini sono diminuiti dell’8 per cento mentre le donne «solo» del 3,7 per cento. Parallelamente, però, gli under 45 sono diminuiti quasi del venti per cento, mentre sono aumentati gli over 55.

Rapporto Crui sui docenti universitari: più donne, meno giovani

Più donne fra gli associati ma il soffitto di cristallo è intatto
Che sia in corso un riequilibrio di genere lo si capisce soprattutto guardando i dati relativi ai professori associati (gli unici che complessivamente sono aumentati in questo periodo): le donne sono cresciute del 40 per cento (il doppio degli uomini). Certo molto resta ancora da fare per abbattere il soffitto di cristallo - quel muro invisibile che impedisce alle donne di raggiungere posizioni di vertice - se le donne rappresentano il 40 per cento dello staff universitario ma meno del 25 per cento dei docenti ordinari. Fra gli assegnisti di ricerca vige la perfetta parità di genere, ma poi via via che si procede nella carriera universitaria la percentuale di donne si assottiglia sempre più: sfiorano il 47 per cento fra i ricercatori a tempo indeterminato, scendono al 38 per cento fra gli associati e sono solo il 23 per cento degli ordinari.

Rapporto Crui sui docenti universitari: più donne, meno giovani

Ingegneria, riserva di caccia per uomini
La percentuale di donne varia sensibilmente a seconda della macro area accademica: mentre nell’area umanistica un docente su due è donna, a ingegneria restano un’esigua minoranza - poco più di una su quattro - anche se proprio in questo settore tradizionalmente riserva di caccia per i colleghi maschi si registra l’aumento percentuale maggiore rispetto al 2012 (+ 9 per cento).

Rapporto Crui sui docenti universitari: più donne, meno giovani

L’università invecchia
Il blocco del turnover iniziato nel 2010 con la «cura» imposta da Tremonti-Gelmini si è tradotto in un invecchiamento (ulteriore) del corpo accademico. Dal 2012 al 2018, gli under 35 sono diminuiti del 18% e la fascia compresa tra i 35 e i 45 anni si è ridotta del 19%.

Rapporto Crui sui docenti universitari: più donne, meno giovani

Associati in controtendenza
Solo i professori associati registrano un aumento degli under 45: a seguito del piano straordinari a loro dedicato, dal 2012 al 2018 gli associati under 35 sono aumentati del 75%, quelli tra i 35 e i 45 anni del 61%.

Rapporto Crui sui docenti universitari: più donne, meno giovani