Quanti esami universitari dare in un anno?

Gli esami universitari sono una tappa obbligata del percorso accademico di ogni studente universitario. Spesso gli studenti nelle tre sessioni ordinarie di esame annuali, per non rischiare di andare fuori corso, sono costretti a sostenerne molti, in diverse materie, anche a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. Ma quanti esami è opportuno dare in un anno? In realtà non esiste una risposta assoluta a questo quesito poiché ogni corso di laurea ha le sue regole e quindi non esiste un piano di studi universalmente valido per tutti.

Fonte: Skuola.net
di Giulia Onofri

Quanti esami in un anno? Il piano di studi come linea guida dell’anno accademico

Ad ogni studente, nella prima parte dell’anno accademico, è richiesta la compilazione obbligatoria del piano di studi annuale in cui sono registrati gli esami e i relativi crediti che ci si propone di acquisire nel corso dell’anno. Di norma, una volta consegnato, il piano di studi non si può modificare nel corso dello stesso anno e quindi gli esami che si sceglie di dare devono rispettare le linee guida dichiarate all’interno del documento che, per questo, deve essere compilato con molta attenzione.

Guarda anche:

Esami obbligatori per iscriversi agli anni successivi

Mentre in alcune facoltà universitarie come in quella di Lettere e Filosofia, la disposizione degli esami è libera e a scelta dello studente, in altre come in quelle prettamente scientifiche spesso i piani di studio sono impostati in modo più rigido secondo un ordine predeterminato. In molti corsi di laurea infatti alcuni insegnamenti sono propedeutici ai successivi e per questo, il loro adempimento diventa un elemento fondamentale per l’iscrizione agli anni seguenti. Esami di questo tipo devono quindi essere sostenuti obbligatoriamente nell’anno in corso.

Quanti esami in un anno? Dipende dai CFU!

In generale, ad ogni esame è associata una certa quantità di CFU, cioè di crediti formativi che possono variare in base al peso che un esame ha in un determinato corso di laurea. Ovviamente, anche il carico di studio associato varierà in base a questi parametri.
La media ideale di crediti formativi da ottenere in un anno accademico per non rischiare di andare fuori corso e stare quindi al giusto passo con il proprio percorso universitario è pari a 60 CFU. Di conseguenza, il totale di CFU da conseguire per concludere i diversi cicli di laurea sono:

  • 180 CFU per le lauree triennali (3 anni);
  • 120 CFU per le lauree magistrali (2 anni);
  • 300 CFU per le lauree magistrali a ciclo unico di 5 anni;
  • 360 CFU per le lauree magistrali a ciclo unico di 6 anni.

In base a queste linee guida, il numero degli esami da dare in un anno dovrebbe corrispondere al totale dei crediti da acquisire, ovvero almeno 60 da distribuire nelle tre sessioni di esame ordinarie previste per ciascun anno.

In media, se prendiamo come riferimento i 60 CFU annuali, si può ragionevolmente ipotizzare che il numero degli esami corrispondenti si attesta tra i 5 e i 10 complessivi nel medesimo anno accademico, in base ai CFU di cui sono portatori.