Con l’ipermemoria ricorderemo tuttoCi sono persone in grado di ricordare ogni giorno ed ogni particolare della propria vita passata con incredibile accuratezza. Sono persone dotate di ipermemoria e ora, per la prima volta al mondo, sono stati oggetto di uno studio per comprendere i meccanismi neurobiologici di questa abilità

Fonte: Researchitaly.it

Lo studio, pubblicato su PNAS, è stato condotto sperimentalmente presso la Fondazione Santa Lucia IRCCS di Roma, con il coordinamento di Valerio Santangelo, Simone Macrì e Patrizia Campolongo e la collaborazione di centri di ricerca come l’Istituto Superiore di Sanità, l’Università di Perugia, l’Università della California di Irvine e la Sapienza Università di Roma.

Abbiamo monitorato otto persone con ipermemoria, individuate dal gruppo di ricerca nella popolazione italiana a partire dal 2015, e 21 soggetti di controllo,” spiega Valerio Santangelo dell’ateneo di Perugia e della Fondazione Santa Lucia IRCCS, primo autore dello studio. “Durante la scansione con una risonanza magnetica funzionale - fMRI, ai soggetti è stato chiesto di ricordare sia esperienze recenti sia remote, raccontandone i dettagli”.

Prosegue Patrizia Campolongo, della Sapienza e della Fondazione Santa Lucia “i soggetti con ipermemoria autobiografica hanno rievocato un numero maggiore di dettagli e con maggior vividezza rispetto ai soggetti di controllo.

Questi risultati permettono di percorrere nuove strade nella ricerca sulla memoria, ora studiata in termini di ipo-funzionamento in condizioni patologiche.

Comprendere i sistemi neurobiologici alla base dell’iper-funzionamento di memoria - conclude Simone Macrì, dell’ISS - fornisce di fatto importanti indicazioni su come intervenire (in termini di stimolazione cerebrale) per ripristinare un funzionamento adeguato dei sistemi di memoria in condizioni patologiche”.