Classifica Atenei Cwur 2018, exploit Sapienza, seguono Milano e PadovaPubblicato il nuovo ranking, 45 Atenei italiani nei primi mille per qualità dell’insegnamento, ricerca e inserimento nel mondo del lavoro

Fonte: Corriere della Sera

La scalata della Sapienza
Nuovo successo per la Sapienza che nel nuovo ranking annuale del Centre for World University Rankings (Cwur) è 67esima al mondo e prima delle italiane, con un incremento di ben diciassette posizioni rispetto allo scorso anno. Ma successo anche per il sistema universitario italiano che comincia a cogliere i frutti di una migliore comunicazione e interazione con le istituzioni che si occupano di ranking. Quest’anno gli Atenei che si collocano nelle prime mille posizioni sono tuttavia solo 45, non pochi in assoluto ma tre in meno rispetto alla classifica dello scorso anno.

Lo strapotere delle americane
A far la parte del leone del ranking che misura sette parametri - la qualità della formazione (rappresentata dal numero di alumni - rapportato alla dimensione dell’università - che hanno vinto importanti premi internazionali); il tasso di occupazione degli ex studenti (valutato sul numero di alumni che ha ricoperto posizioni di Ceo nelle migliori aziende del mondo); la qualità della docenza (misurata sul numero di accademici che hanno vinto premi internazionali); la produzione scientifica (Research Output), misurato dalle pubblicazioni complessive (numero di articoli di ricerca); la qualità della ricerca, (numero di articoli di ricerca apparsi su riviste prestigiose); l’influenza (numero di articoli di ricerca apparsi su riviste influenti); il numero di citazioni sulle riviste - sono come sempre le americane seguite da Oxbridge: prima si conferma Harvard, seguita da Stanford e dal Mit di Boston. Poi Cambridge e Oxford, con un quintetto che non cambia.

Milano e Padova completano il terzetto
La classifica del Cwur, che è alla sua sesta edizione, prese le mosse da un progetto di ricerca a Jeddah in Arabia Saudita ma si è imposta come una delle principali classifiche al mondo. Per l’Italia a parte l’exploit della Sapienza che quest’anno ha raccolto risultati anche nel Qs dove è addirittura prima in Scienze dell’antichità, si confermano Milano, che passa dal terzo al secondo posto nella classifica nazionale, scalando 18 posizioni, segue Padova che lo scorso anno era la seconda, poi Firenze, che ha migliorano il proprio standard e Bologna che invece ha perso alcune posizioni, finendo al 201esimo posto.

Guarda tutta la classifica delle italiane
Ecco tutta la classifica delle migliori italiane CLICCA QUI