Jaguar con gli atenei romani per la mobilità del futuroIl gruppo britannico collabora con La Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre nell'ambito del progetto Jaguar e-Future Academy. Per gli studenti più meritevoli, borse di studio e stage in UK

Fonte: la Repubblica

Il futuro elettrico della mobilità ha bisogno di varie figure professionali specializzate in materia. La parola chiave è formazione. Ci crede molto Jaguar Land Rover che in occasione del Jaguar Recharge Event che si è svolto a Roma lo scorso 13 aprile, prima dell’E-prix elettrico della capitale, ha annunciato la sua collaborazione con tre atenei romani, La Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre nell’ambito della Jaguar e-Future Academy.
Dal mese di maggio, tecnici, esperti e specialisti di Jaguar faranno da moderatori durante i seminari focalizzati sulla mobilità elettrica dedicati agli studenti della facoltà di ingegneria delle tre università, in un progetto che ha l’obiettivo di approfondire tematiche legate alla mobilità elettrica e alle diverse tecnologie per l’elettrificazione dei sistemi di trazione automobilistica. Il progetto prevede anche la possibilità di borse di studio e stage presso i centri di progettazione Jaguar Land Rover nel Regno Unito, per gli studenti più meritevoli. Il progetto Jaguar e-Future Academy si concluderà a settembre.
“Incentivare la Ricerca e lo Sviluppo è da sempre una missione fondamentale per Jaguar Land Rover – ha dichiarato Daniele Maver, presidente

Jaguar Land Rover Italia -, e sono particolarmente orgoglioso di poter contribuire a questo progetto italiano rivolto al mondo dei giovani e dei nuovi talenti, con l’assoluta certezza di quanto sia determinante il loro contributo al futuro scenario della mobilità”. (s.b.)