leonardoSarebbe stato identificato da alcuni esperti

Fonte: ANSA

Un capolavoro perduto di Leonardo da Vinci sarebbe stato identificato da alcuni esperti d'arte che avrebbero riconosciuto sul dipinto un'impronta digitale dell'artista. Venduto da Christiés a New York per 19.000 dollari nel 1998, il ritratto, inizialmente attribuito ad un artista tedesco d'inizio Ottocento, sarebbe dunque il primo dipinto del maestro italiano a venire alla luce in più di un secolo e varrebbe oltre 100 milioni di sterline.

Ad essere convinto dell'illustre paternità dell'opera - in gesso e inchiostro su pergamena e delle dimensioni di 33cm x 24cm - è Martin Kemp, professore emerito di Storia dell'Arte all'università di Oxford, che ha sottoposto il quadro ad una serie di osservazioni ed analisi. Dalle immagini scattate con una macchina fotografica multispettrale, in grado di evidenziare i diversi strati di colore, Peter Paul Biro, un esperto d'arte canadese ha identificato un'impronta digitale che secondo Kemp e altri studiosi sarebbe molti simile ad un'altra impronta del maestro italiano, trovata sul 'San Girolamo' dei Musei Vaticani un'opera dipinta da Leonardo nei suoi anni giovanili quando non aveva ancora alcun assistente.