La smania da smartphone non colpisce gli universitari italianiCapaci di stare senza smartphone per un giorno, dicono di usarlo principalmente mentre sono alla toilette, o camminano: la ricerca sugli universitari italiani, i meno chiacchieroni d’Europa

Fonte: Wired.it
di Diletta Parlangeli

“I ragazzi non parlano più, guardano solo il telefono”: tocca rivedere una serie di luoghi comuni, perché non solo i ragazzi non sembrano essere particolarmente attrattiti dal loro smartphone, ma gli italiani in particolare sembrano i meno affezionati ai dispositivi, rispetto ai loro colleghi europei. Almeno, questo si evince dall’indagine di Uniplaces, il marchio che si occupa di affitti per studenti universitari, che ha intervistato oltre 1500 ragazzi in tutta Europa.

Il 53% dei ragazzi italiani ha dichiarato di poter tranquillamente fare a meno di utilizzare il telefono per un intero giorno (il 24%, addirittura, per più giorni), un dato ampiamente sopra la media europea individuata dal sondaggio (33%). Il 23% ha ammesso di non poter restare per una giornata intera senza il proprio dispositivo. I più dipendenti (o più onesti nelle risposte, conviene insinuare) i colleghi britannici: il 55% di loro ha detto di non poter fare a meno del telefono per un giorno intero.

Tornando allo stivale, l’uso principale indicato dagli universitari italiani è stato quello di  restare in contatto con gli amici (70%) e controllare i social media (65%). Solo il 38% dei giovani italiani afferma di utilizzare il proprio smartphone soprattutto per chiamare, in linea con la media europea (37%).

Non riscuotono grande successo né i giochi (solo il 9% degli intervistati li considera una delle principali attività per cui utilizza lo smartphone) né lo shopping online (7%). Il 25% però, lo utilizza per informarsi su potenziali acquisti, preferendo ancora l’acquisto da desktop. Il 17% sceglie si rivolge offline dopo una prima fase di ricerca di informazioni via smartphone.

Parentesi “lol”: alla domanda su dove avessero utilizzato il proprio dispositivo nelle ultime 24 ore, gli italiani hanno infatti risposto principalmente “mentre sono in bagno” (55%) e “mentre cammino” (53%).