Cybersicurezza nel mercato digitale: dall’Europa un nuovo parere scientificoIl Gruppo di alto Livello dello Scientific Advice Mechanism (SAM), che fornisce consulenza scientifica alla Commissione Europea, ha pubblicato un nuovo parere scientifico sulla cybersicurezza nel mercato unico digitale

Fonte: Researchitaly.it

I consulenti scientifici della Commissione hanno indicato una serie di raccomandazioni volte a rendere più semplice e sicuro per i cittadini e il mondo degli affari operare online all’interno Unione Europea. In particolare, il parere include raccomandazioni su come:

  • rendere i sistemi informatici più sicuri, anche evitando metodi “backdoor”, volti a eludere normali processi di autenticazione, e seguendo gli standard attuali della crittografia. Il parere raccomanda inoltre l’adozione di principi di tutela verso i consumatori in grado di assicurare la sicurezza dei sistemi informatici e di ridurre le vulnerabilità tecniche a livello software e harware;
  • mettere a disposizione degli utenti identità digitali adeguate al contesto, in modo che siano richiesti i dati necessari per transazioni online sicure e siano disponibili più opzioni e livelli di controllo sui propri dati;
  • rinforzare l’industria europea, strategica, della cybersicurezza, anche con misure che assicurino la dotazione delle competenze necessarie;
  • migliorare il coordinamento e la condivisione in Europa delle informazioni relative agli incidenti informatici e assicurare adeguate competenze in tal senso da parte degli organismi europei.Il parere sottolinea, in particolare, la necessità di un quadro di azione globale sulla cybersicurezza, in cui l’Unione Europea giochi un ruolo di primo piano.

Il Gruppo di alto livello SAM ha avviato i lavori per l’elaborazione del parere in risposta a una richiesta del Vice Presidente della Commissione Europea, Andrus Ansip. L’obiettivo della consulenza scientifica è fornire gli elementi per una revisione della European Cybersecurity Strategy e per l’ulteriore sviluppo della Strategia sul Mercato Unico Digitale: un’iniziativa, questa, volta a consentire a cittadini, uomini di affari e governanti di beneficiare della digitalizzazione dei mercati, promuovere la crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro.

Come illustrato nella European Cybersecurity Strategy, la cybersicurezza prevede “misure di salvaguardia e azioni utili a proteggere il dominio informatico, in campo civile e militare, dalle minacce a esso rivolte, o che possono danneggiarne le reti e l’infrastruttura informativa. In quest’ottica, la cybersicurezza si adopera per preservare la disponibilità e l'integrità delle reti e delle infrastrutture e la riservatezza delle informazioni lì contenute”. Assieme all’Agenda Europea sulla Sicurezza, la Cybersecurity Strategy descrive le iniziative e le politiche della UE sulla cybersicurezza e sul cybercrimine - dalla legislazione agli investimenti - finalizzate ad aumentare le capacità degli Stati membri, promuovere il coordinamento europeo e la cooperazione internazionale.

Il Parere fornito dalla Commissione è stato elaborato a partire da una revisione esaustiva della letteratura, in particolare dei rapporti scientifici sul tema, e da un ampio spettro di consultazioni con esperti scientifici. Il lavoro ha preso in considerazione anche le prospettive di stakeholder del mondo politico, industriale e della società civile.

Approfondimento
Parere del Gruppo di Alto Livello SAM sulla cybersicurezza