Dal 31 luglio al 2 agosto tornano “Le Osterie dei Pozzi”Dal 31 luglio al 2 agosto tornano a Rieti “Le Osterie dei Pozzi”, la manifestazione organizzata dall'associazione Sunshine giunta alla sua quarta edizione

Fonte: Comune di Rieti

L’iniziativa, grazie alla sinergia tra un'offerta enogastronomica che si rifà alle tradizioni della provincia di Rieti e un ricco calendario di esibizioni di musica live, ha fatto e farà riscoprire e conoscere uno dei quartieri più antichi e caratteristici di Rieti che ha come elemento caratterizzante l'acqua, uno dei cinque temi del progetto “Reate Well - Quando il cibo è storia” di Expo 2015.
Non a caso “il quartiere dei Pozzi - come si legge in uno studio sulle acque fatto dalla Provincia di Rieti dal titolo “Rieti, provincia delle acque” - si sviluppa lungo la riva destra del fiume Velino, una lingua di terra pianeggiante dove dominano i palazzi di via Garibaldi, un luogo affascinante da sempre, un tempo abitato prevalentemente da agricoltori, artigiani e coloro che si dedicavano alla lavorazione del guado, pianta dalla quale si ricava un pigmento blu per fibre tessili. In queste zone considerate periferiche si trovavano le aree per la macerazione dei tessuti e furono anche impiantate le attività per l’estrazione della sabbia e dell’argilla. Le acque del torrente Cantaro, inoltre, venivano utilizzate per azionare le ruote dei mulini da grano”.
Ed è proprio questa splendida cornice, tra l'altro recentemente recuperata dall'Amministrazione comunale di Rieti, dove il tempo sembra essersi fermato all'epoca in cui l'uomo viveva in simbiosi con la natura circostante e il fiume Velino era fonte di vita e ricchezza per l'intera comunità, ha spinto un gruppo di amici ad organizzare una manifestazione che valorizzasse questo quartiere permettendo ai reatini, ma anche ai tanti turisti che l'estate gravitano nei paesi della provincia, di riscoprire questo angolo della città ricco di storia e di storie, grazie ad un'iniziativa che grazie al connubio cibo e musica rende ancor più magica l'atmosfera.
Quest'anno, grazie anche al contributo dell'assessorato alle Attività produttive del Comune di Rieti, che ha fatto in modo che la manifestazione venisse inserita nel calendario degli eventi promossi nel progetto “Reate Well - Quando il cibo è storia”, vedrà delle novità rispetto le precedenti edizioni. “A seguito del successo degli anni passati – commentano gli organizzatori, Carlo Luciani e Daniele Rossi - abbiamo deciso di mettere a disposizione alcuni spazi della festa, che si estende su un percorso di circa un chilometro, ad alcune delle esperienze di eccellenza del territorio reatino”.
Durante la tre sere infatti sarà possibile degustare, accanto ai classici piatti della tradizione (gnocchi al sugo di castrato, fregnacce alla sabinese, spiedini, fagioli con le cotiche e molto altro) e novità come le centrifughe di frutta e verdura, anche ricette proposte da protagonisti del mondo della cucina e della pasticceria reatina. Sarà presente uno stand dove gli chef del ristorante due Stelle Michelin, “La Trota” di Rivodutri, insieme ai cuochi di un nuovo locale nato a Rieti “Cento per cento Gusto”, daranno la possibilità di degustare ricette in cui tradizione ed innovazione si fondono, sarà protagonista l'esperienza di un altro storico ristorante di Rieti, “La Foresta”, mentre per chi volesse solo il dessert potrà approfittare della sapienza dei maestri pasticceri Napoleone, con il loro dolce da passeggio “A spasso con Napoleone” e a completare il quadro i cocktail dei barman del “Luwak Cafè”.
Anche il programma musicale sarà ricco e innovativo con musicisti di primo piano nel panorama jazz, blues e rock italiano. “Non mi capita spesso di poter suonare a Rieti”, dichiara il direttore artistico Andrea Rosatelli reduce dal concerto per l'Unicef di Andrea Bocelli e Josè Carreras che si è svolto il 19 luglio scorso alle Terme di Caracalla. “Per questo mi fa enormemente piacere quando riesco ad esibirmi nella città in cui sono nato e che mi ha visto muovere i primi passi nel mondo della musica soprattutto se, come in questo caso, riesco a portare musicisti con cui ho condiviso tratti più o meno lunghi del mio percorso professionale”.
L'evento clou sarà il concerto di sabato primo agosto alle 21 quando si esibirà Giò di Tonno, vincitore del Festival di Sanremo del 2008 e della seconda edizione del “Tale e Quale Show” in onda sulla Rai, noto anche per la sua interpretazioni di Quasimodo nell'opera musicale Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante.
Questo il programma: ogni sera alle ore 19 Spettacolo per bambini:
Venerdì 31 luglio alle ore 21: Tree On_Sale (Giacomo Ronconi, Nicola Ronconi e Giuseppe "Jumo" Mongi), il Nicola Costa Trio (Nicola Costa, Andrea Rosatelli e Emanuele Smimmo) e il duo Claudia Vinci e Francesco Raucci;
Sabato 1 agosto alle ore 21: Acoustic Soul Duo (Sara Corbò e Stefano Profazi), Bio Jazz It Up e Giò di Tonno;
domenica 2 agosto alle ore 21 i Texas Chocolate. Le osterie saranno aperte ogni sera a partire dalle ore 19 Per ulteriori informazioni consultare la pagina Facebook Osterie dei Pozzi.

Allegati
Locandina