Sarà  una vera e propria invasione di giovani artisti che si esibiranno nei più disparati tipi di danza: classica, popolare, contemporanea, hip hop, pop, show dance, danza sportiva, danza per bambini e danza sperimentale

Fonte: Rietilife.it

Rieti si riconferma capitale internazionale della danza grazie al “Royal Dance Festival”, che dal 25 al 27 di marzo porterà in città più di 200 danzatori da tutto il mondo. Sarà  una vera e propria invasione di giovani artisti, appartenenti a scuole professionali e private, che si esibiranno nei più disparati tipi di danza: classica, popolare, contemporanea, hip hop, pop, show dance, danza sportiva, danza per bambini e danza sperimentale.
L’evento, alla sua seconda edizione, è organizzato dall’ associazione culturale “Royal’s Line Group”, grazie ai direttori artistici Giorgia Gabriele e Julietta Kurguzova e vede la collaborazione dell’ Assessorato Turismo, Culture e Promozione del Territorio del Comune di Rieti.

Numerosi gli obiettivi che il festival si propone: presentare i progressi artistici collettivi dei gruppi di danza, regalare una possibilità unica di scambio di esperienze tra i gruppi di danza, aumentare la professionalità sia tra gli adulti che tra i giovani, individuare e sostenere i danzatori e i gruppi più talentuosi, stabilire un contatto amichevole internazionale tra i paesi partecipanti nel concorso, promuovere tra la gente la bellezza e le sfumature del nostro paese sullo sfondo delle esibizioni straniere, e naturalmente la propaganda dei vari generi dell’arte della coreografia.
La giuria, rigorosamente selezionata nel mondo della danza, è internazionale e qualificata, ed è composta da coreografi e insegnanti  di grande esperienza.

I vincitori del concorso si esibiranno in un gran galà conclusivo, che si svolgerà il 28 marzo alle ore 21 presso il teatro Flavio Vespasiano e parte dei proventi della serata, il cui biglietto d’ingresso ha un costo di 10 euro, saranno devoluti al Comitato Provinciale di Rieti della Croce Rosse Italiana.