Il Gad Pier Luigi Mariani in scena con «La Strollaca»Il 14, 15 e 16 febbraio al Teatro Flavio Vespasiano

Fonte: Ilgiornaledirieti.it

Lo storico gruppo dialettale reatino di nuovo al Teatro con “La Strollaca”, due atti in vernacolo di Mario Travaglini. Il Gad Pier Luigi Mariani nasce subito dopo la seconda guerra mondiale con il nome di “Piccola Scena” con lo scopo di avvicinare i giovani al teatro.

Solo dopo la morte di Pier Luigi Mariani, fondatore del gruppo e autore delle commedie rappresentate, proprio in sua memoria ne viene preso il nome. Nel 1970 la compagnia ritrova nuovo slancio e decide di dedicarsi esclusivamente al teatro dialettale con grande successo non solo a Rieti, ma partecipando a numerose rassegne teatrali in giro per l'Italia. Da allora l'attività prosegue con successo.

La “Strollaca”, portata in scena per la prima volta nel 1976 narra una storia d'amore e gelosia che dopo varie e comiche peripezie viene risolta con un po' di magia appunto da una strollaca. La regia è affidata a Fabrizio Festuccia, membro storico della compagnia teatrale, nella doppia veste di regista e attore, che negli anni ha ricoperto i più svariati ruoli, dallo scenografo all'attore, fino ad arrivare a curare la regia di molti degli spettacoli messi in scena negli ultimi anni.

Ad interpretare la commedia sono Wilma Festuccia ( Gnesa), Luigi Colarieti ( Minicuccio), Nella Antonini ( Luisetta), Alessandro Mezzetti ( Giuanni ), Annamaria Colangeli ( Carulina ), Cristina di Domenico ( La Padovana ), Fabrizio Festuccia ( Pinin ), Carlo Simeoni ( Nazzarenu ), Francesco Angelini Rota Roselli ( Gnaziu ), Erika Pezzotti ( 'Ndonietta ) e Nikolaj Cocco ( 'Ndoniu). Sempre molto particolare e di grande effetto la vignetta rappresentativa della commedia realizzata da Otello Castellani.

Il Gad Pier Luigi Mariani, è stato il primo gruppo a rappresentare con un fumetto un momento saliente della trama della commedia, una brillante idea nata proprio dalla collaborazione tra Fabrizio Festuccia e Otello Castellani. La commedia andrà in scena al Teatro Flavio Vespasiano venerdì 14 alle ore 21, sabato 15 e domenica 16 alle ore 17 e 21. Le prenotazioni si ricevono presso il botteghino del Teatro da martedì 11 dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.